Operaio muore in una cava

Operaio muore in una cava

Operaio muore in una cava

E' rimasto schiacciato sotto una pala meccanica mentre lavorava in una cava di marmo a Carrara.

Un cavatore di 58 anni, Luciano Pampana, di Soriano nel Cimino, è morto schiacciato da una pala meccanica nella cava di Fantiscritti. L'incidente è avvenuto attorno alle ore 10 davanti allo sguardo attonito e sotto choc degli altri operai presentI: immediati i soccorsi da parte dei compagni di lavoro ed allertato subito l'elicosoccorso giunto in breve nella Cava Fiordichiara B, nel bacino di Fantiscritti. Sono intervenuti anche i vigili del fuoco di Massa e Carrara, il personale del dipartimento Asl di Medicina e Lavoro e gli uomini della polizia di stato per tutti gli accertamenti del caso. Il mezzo pesante non ha lasciato scampo a Pampana, cavatore esperto, e ogni soccorso è stato vano.

Martina e Renzi sfidano l'asse M5s-Lega
Ma a differenza di altri - sottolinea - lo faremo rispettando sempre le Istituzioni e il Governo della Repubblica . Lo ha detto il segretario reggente del Pd Maurizio Martina a Radio Anch'Io su Radio Uno .


Il comune di Carrara ha proclamato il lutto cittadino. Purtroppo però non c'era più nulla da fare per l'operaio visto che il peso della pala e la probabile presenza di marmo sovrastante, ha reso impossibile salvare la vita allo sventurato cavatore di cui ancora non è emersa l'identità. In particolar modo alle cave dove il pericolo è sempre dietro l'angolo. "Così come alle aziende che compiono illeciti sulla sicurezza sul lavoro bisogna rispondere con la sospensione della concessione fino al ritiro e alla chiusura della cava, istituendo un fondo che in questi casi tuteli e sostenga i lavoratori", questo il commento di Giulia Bartoli, Fillea Cgil Toscana.

"Probabilmente si è trattato di una tragica fatalità".

Latest News