Successo USA in Nord Corea: tre prigionieri americani liberati

Incontro tra Mike Pompeo e Kim Jong-un in Corea del Nord

Segretario di Stato USA in Corea del Nord per definire dettagli incontro Trump Kim

Tre prigionieri americani detenuti in Corea del Nord stanno tornando negli Stati Uniti con il Segretario di stato Mike Pompeo.

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha dichiarato che l'incontro tra il segretario di Stato Mike Pompeo e il leader della Corea del Nord si è concluso in maniera positiva e, nel viaggio che lo sta riportando a Washington, è accompagnato da 3 cittadini americani detenuti a Pyongyang. Trump ha scritto su Twitter che "Pompeo e i suoi "ospiti" atterreranno alla Andrews Air Force Base [nello stato del Maryland, ndr] alle 2 di mattina ora locale", cioè alle 8 di giovedì mattina italiana.

I tre rilasciati sembrano, comunque, essere in buona salute.

Siena: aggredito con l'acido. Arrestati i suoceri
Il primo tentativo di gettare l'acido muriatico contro il genero di 48 anni è fallito. Le due vittime delle persecuzioni sono state trasferite in una residenza protetta.


Una volta arrivato nella capitale nordcoreana, il ministro degli Esteri Usa ha espresso l'auspicio che la sua visita - la seconda in Corea del nord in meno di due mesi - possa servire a "definire il quadro per un vertice di successo tra i due presidenti".

La presenza di Pompeo potrebbe essere decisiva anche per le sorti di tre prigionieri americani; si aspetta infatti una conferma ma i tre potrebbero essere liberati e consegnati proprio al capo della diplomazia statunitense. Trump, ha spiegato la Casa Bianca con una nota, considera questo un "gesto di buona volontà" da parte del regime di Pyongyang. Era stato imprigionato per 17 mesi. Quali fossero non è dato sapere, ma l'università ha precitato che non hanno niente a che fare con il suo lavoro e che Tony Kim portava avanti per suo conto diverse attività, inclusa quella di aiutare gli orfani. Gli Usa avrebbero già intrapreso colloqui con l'Agenzia internazionale per l'energia atomica (Aiea), che sarà chiamata a supervisionare il processo di denuclearizzazione, e si stanno coordinando con il Giappone, che intenderebbero coinvolgere nello storico processo. E' un esperto di contabilità ed è descritto da uina fonte come un uomo "religioso e devoto". Kim Dong-chul, che oggi dovrebbe avere 64 anni, è stato arrestato a ottobre 2015 e condannato, ad aprile 2016, a 10 anni di lavori forzati per spionaggio e sovversione. Si tratta di Kim Hak-song, che lavorava per l'Università di Pyongyang di Scienza e Tecnologia.

Latest News