Stupro Firenze, l'Arma "licenzia" i due carabinieri accusati di abuso sulle studentesse

Stupro Firenze, l'Arma

Stupro Firenze, l'Arma "licenzia" i due carabinieri accusati di abuso sulle studentesse

Il processo a Marco Camuffo e Pietro Costa non è ancora concluso, però l'arma dei carabinieri ha preso la sua decisione. I due carabinieri accusati di aver violentato due studentesse americane la notte tra il 5 e il 6 settembre dello scorso anno a Firenze sono stati cacciati al termine dell'indagine disciplinare che era stata avviata subito dopo la denuncia presentata dalle ragazze. Quella sera furono chiamati per intervenire a sedare una rissa in discoteca, nel piazzale Michelangelo a Firenze. In concreto, cessa il loro rapporto di lavoro col ministero della Difesa, mentre sulla vicenda sono in corso un procedimento penale per violenza sessuale presso il tribunale di Firenze e un altro per reati militari presso il tribunale militare. Al termine dell'operazione i due si trattennero nel locale per "agganciare" le giovani, e poi le accompagnarono a casa usando l'auto di servizio, cosa possibile solo in casi eccezionali.

Verso l'ora di pranzo i due carabinieri sono stati convocati in caserma per ricevere il provvedimento scritto, firmato da un generale. Una delle due studentesse americane è stata invece sentita da Repubblica, e ha espresso la sua soddisfazione per la punizione subita dai due carabinieri. L'episodio nella notte dello scorso 7 settembre a Firenze.

Adunata Trento. I tre attentati potevano essere evitati
Lungo tutto il tragitto della sfilata sono migliaia le persone - in doppia, tripla ed anche quadrupla fila - che guardano sfilare gli alpini .


Sono entrambi alle prime battute. Inoltre, in base all'articolo 1393 del codice militare, la sanzione disciplinare può essere inflitta anche solo in presenza di una accusa da parte dell'Autorità giudiziaria. "Ma nessuno ha stuprato nessuno e sarà dimostrato al processo".

Latest News