Ungheria, Orban batte Soros. La fondazione del finanziere via da Budapest

George Soros

Peter Foley CNP via ZUMA Wire

Lo ha confermato Daniel Makonnen, addetto stampa della Open Society Foundations (Osf), la rete internazionale fondata da Soros la cui sede è a New York.

"Di fronte a un contesto politico e giuridico sempre più repressivo in Ungheria, l'Osf sposta le sue operazioni e il suo personale internazionale con sede a Budapest nella capitale tedesca, Berlino", ha comunicato la fondazione.

E Antal Rogan, nuovo ministro del governo a guida Fidesz, controbatte e annuncia ulteriori inasprimenti contro "quelle Ong che violano le leggi del Paese e che vanno contro l'opinione pubblica ungherese e che vorrebbero islamizzare e scristianizzare l´Europa inondandola di migranti musulmani, hanno dominato la vittoriosa campagna elettorale del partito di governo". E soprattutto contro il tycoon americano di origini ebree ungheresi Soros, il quale assiste le Ong e ha a Budapest una università che l'esecutivo vuole chiudere e importanti uffici di Open society.

Juventus, presentata la nuova maglia Home 2018/2019
Guardare avanti, pensare al futuro senza dimenticare un passato da Leggenda, anzi: un passato (e un presente) da #MY7H ".


"Il governo ungherese - ha detto Patrick Gaspard, presidente di Open society - ha diffamato e descritto in modo distorto la nostra attività, con tattiche e modi senza precedenti nell'Unione europea".

Sulla questione dei migranti, Orban ha sottolineato la voglia del suo paese di difendere le frontiere del sud dal flusso delle nuove ondate di arrivi, mentre Morawiecki ha ribadito l'impegno del proprio governo di aiutare "sul luogo" le popolazioni colpite dalle guerre o povertà.

Latest News