Salvatore Ligresti è morto/ Milano, l'immobiliarista e imprenditore aveva 86 anni

È morto a Milano l'imprenditore Salvatore Ligresti

Salvatore Ligresti è morto, il fondatore del gruppo Fonsai aveva 86 anni

E' stato per molto tempo il punto di riferimento di Fonsai e protagonista del mondo finanziario milanese.

L'immobiliarista Salvatore Ligresti è morto ieri sera attorno alle 21 in una stanza dell'ospedale San Raffaele di Milano. Malato da tempo, le sue condizioni di salute erano peggiorate negli ultimi mesi. Da anni, in seguito alle vicende giudiziarie, non aveva più alcun ruolo operativo. Naturalmente l'interesse diretto - e il conflitto d'interessi - di Ligresti c'era, eccome.

Il Grande Fratello rischia la chiusura immediata: scopriamo perché
Il Codacons ha chiesto la chiusura del popolare e discusso programma televisivo de Il Grande Fratello . Iniziano così a piangere tutte e due, stringendosi in un lungo abbraccio consolatorio.


Il suo nome è spesso finito al centro delle cronache, fin dai primi anni '80, quando i sequestratori della moglie - Bambi Susini - che venne rilasciata dopo il pagamento di un riscatto, vennero uccisi: uno fu ritrovato in una discarica, un altro venne ucciso nel carcere di Palermo, l'Ucciardone, e il corpo terzo non venne mai più ritrovato. Ma negli anni Ottanta altri cantieri di Ligresti avrebbero modificato in maniera significativa zone della periferia di Milano, andando anche oltre i limiti dei piani regolatori. L'ultima gli era costata la perdita della società tra i leader del settore delle assicurazioni, poi rilevata da Unipol. Nuovi guai nel 2012 per l'accusa di aggiotaggio in relazione a due trust esteri titolari del 20% di Premafin, di cui era presidente onorario: nuovamente arrestato nel luglio 2013, subisce poi due condanne in primo grado, a Torino a 6 anni per falso in bilancio, e a Milano a 5 anni per aggiotaggio per il caso Premafin.

Latest News