Il consigliere regionale Pastorino a fianco dei lavoratori FedEx e TNT

Toscana: sciopero domani 16 maggio dei corrieri di TNT e Fedex per licenziamenti di 350 addetti

Fedex Tnt licenzia, sindacati proclamano sciopero giovedì

In Toscana giovedì 17 maggio sono previsti presìdi di corrieri e sindacalisti a Calenzano (Tnt in via del Pratignone n.69, dalle 00.01 alle 03.00 e dalle 07.00 alle 10.00), Prato (Fedex in via del Beccarello n.68 (Macrolotto), dalle 08.00 alle 11.00), Empoli (Tnt in via Partigiani D'Italia n.5, dalle 07.00 alle 10.00), Pisa (via Asmara 3 Fedex Cargo Village (via Galileo Ferraris n. 8, Ospedaletto): dalle 06.00 alle 10 Fedex, dalle 06.00 alle 10 Tnt), Arezzo (Tnt in via Arturo Chiari n.13, dalle 06.00 alle 10.00). Il 25 maggio è convocata la riunione al tavolo di crisi aperto al ministero dello Sviluppo economico a Roma.

Cattive notizie per un settore che da una parte festeggia il boom dell'e-commerce e dall'altra è costretto a confrontarsi con il calo delle tariffe per rispondere alla crescente competizione. I licenziamenti riguardano, nel torinese, 31 lavoratori della filiale FedEx di Settimo Torinese, che verrà chiusa, e due lavoratori della Tnt di Settimo.

Eppure i conti sono in salute.

I sindacati ovviamente sono sul piede di guerra. I sindacati, in particolare, temono che il piano di riorganizzazione rappresenti una "virata verso le esternalizzazioni dei servizi in subappalto".

Spread Btp-Bund sfonda quota 142 punti: tensione su bozza programma Lega-5Stelle
Sull'indice principale della borsa milanese soffrono i bancari , con ribassi oltre il punto percentuale per Ubi Banca e Banco Bpm.


In tutta Italia sono 500 i lavoratori in bilico, e c'è anche il rischio che in Sardegna si concretizzi uno smantellamento del servizio.

"L'adesione è stata per i lavoratori di FedEx e Tnt di oltre l'80% con i corrieri e i magazzini fermi". I cambiamenti che l'azienda sta apportando sono frutto di una decisione non facile. "La scelta di risparmiare sulle spalle dei lavoratori finirà per essere negativa per tutto il territorio ligure, oltremodo sfiancato da aziende che deprimono l'occupazione; ma sarà negativo anche per l'utenza, con probabili disservizi e tempi di consegna più lunghi".

"È per noi prioritario - concludono - aver cura delle nostre persone e agire garantendo il pieno rispetto della normativa locale in materia di diritto del lavoro e il rispetto di tutte le disposizioni di legge durante la realizzazione dei piani".

Latest News