Ilva, operaio di una ditta in appalto muore travolto da una fune

Un operaio di 30 anni, Angelo Fuggiano, di Taranto, stava lavorando al quarto sporgente portuale e durante le operazioni di cambio delle funi ad uno scaricatore di minerali, è stato colpito da una braga in acciaio.

L'incidente nello stabilimento di Taranto, in cui ha perso la vita Angelo Fuggiano, che lavorava per una ditta in appalto, è avvenuto nel reparto Ima durante il cambio funi di una macchina scaricatrice. BASTA!" scrive Bentivogli. Nelle ultime settimane ci sono stati altri casi: "tre operai feriti in modo molto serio alle Acciaierie Venete, un cavatore morto a Carrara, un ragazzo di appena 19 anni ucciso da un carico di 700 kg, sotto gli occhi del padre e del fratello, a Monfalcone, un altro ucciso a 56 anni nel Porto di La Spezia.

La gru DM6 era ferma da due giorni per attività di manutenzione.

Incidente mortale a Velletri, a perdere la vita il 19enne Roberto Caprara
Sul posto, oltre i sanitari del 118, sono giunti i vigili del fuoco che hanno estratto la 16enne dall'abitacolo della 500. Una donna e' morta a seguito di un incidentestradale avvenuto questa mattina a Gioiosa Marea, in provincia di Messina.


Inutili i tentativi di rianimazione da parte gli operatori del 118.

Ancora una tragedia sul lavoro, l'ennesima di quello che appare un anno disgraziato. Sul posto sono intervenuti vigili del fuoco, carabinieri, Guardia di finanza e ispettori del lavoro.

I sindacati Fim, Fiom, Uilm e Usb, richiamando con forza le precarie condizioni in cui vivono i lavoratori delle aziende dell'appalto e dell'indotto ILVA che alle continue tensioni di precarietà, mancanza di stipendi, incertezza sul futuro, aggiungono anche minori condizioni di sicurezza, proclamano lo sciopero immediato dalle 11.00 di oggi fino alla fine del primo turno di domani 18 maggio.

Latest News