Allegri: "Resto alla Juventus". E attacca il Napoli

JUVENTUS

JUVENTUS

Match che ha poco da dire ai fini del campionato visto che i bianconeri si sono laureati campioni d'Italia settimana scorsa allo stadio Olimpico contro la Roma con il pareggio per 0-0, mentre la squadra di Pecchia è retrocessa matematicamente due settimane fa.

Riguardo il ritiro annunciato di Gianluigi Buffon, il tecnico livornese commenta: "Che effetto farebbe incrociarlo da avversario?"

Che cosa l'ha sorpresa quando ha conosciuto Buffon? Aspettiamo un attimo, domani per lui e per tutti sarà una giornata storica, dopo 17 anni lascia la Juve penseremo a festeggiarlo. Poi ci penserà lui e saprà cosa fare - ha detto il tecnico -.

Ho una percentuale altissima, non ho mai avuto dubbi.

La formazione che scenderà in campo: "Cuadrado e Bernardeschi non ci saranno. Non si può mettere a confronto contro una squadra che ha giocato bene ma non ha fatto nemmeno una finale". "Sarebbe un altro bel traguardo, soprattutto per Gigi". Proprio la competitività della squadra non è un aspetto da sottovalutare.

È un Allegri carico quello che in conferenza stampa può finalmente togliersi qualche sassolino dalle scarpe. Arriveranno giocatori caratteriali, come sempre.

Lite all'ufficio anagrafe, stacca a morsi il lobo dell'orecchio al rivale
L'uomo è stato trasportato d'urgenza all'ospedale Sandro Pertini , dove tenteranno di ricucire il lobo al resto dell'orecchio. Sono in corso le indagini per rintracciare l'aggressore e far chiarezza sull'esatta dinamica dell'accaduto.


Allegri: "Probabilità altissime che resti alla Juventus".

"Ho sempre da guadagnare". Questa è la pura verità. Io ero diventato un allenatore inadeguato. Lì è il momento che mi diverto. Ci sono le esigenze dei giocatori.

- La sua Juventus più bella è stata anche la più forte? E la cosa mi fa da una parte sorridere e dall'altra mi fa un po' arrabbiare. "Quest'anno abbiamo giocato 53 partite e abbiamo cambiato 51 volte la formazione, con la media di 3-4 giocatori. Quindi la dimostrazione che la rosa è importante, che tutti i giocatori hanno dato il loro contributo e tutti hanno giocato più partite". "Sapevamo che un colpo loro lo avrebbero perso ed è successo a Firenze". In questa squadra ci sono giocatori in uscita come Lichtsteiner e Asamoah. Al San Paolo ha fatto il gol decisivo in una partita dove noi rischiavamo di andare a sette punti dal Napoli. Nel secondo anno la tenacia ci ha contraddistinto dagli altri.

- In finale di Champions ci sono due squadre che non lottano per il titolo nazionale: l'anno prossimo farete così anche voi? Il terzo Scudetto è stato quello della costanza, perchè siamo stati in testa dall'inizio alla fine. La Juve il prossimo anno punterà solo alla coppa? Servono sempre stimoli nuovi: un po' arrivano da dentro, un po' arrivano dall'esterno. Vincere aiuta a vincere. Giocherà in porta Buffon. Poi Alex Sandro, Marchisio, Sturaro, Pjanic o Bentancur. Davanti Dybala, Higuain e Douglas Costa. Il presente documento fornisce informazioni sull'uso dei cookie e di tecnologie similari, su come sono utilizzati dal sito e su come gestirli.

In chiusura due domande rapide a cui Allegri da risposte altrettanto sintetiche: "Cos'è lo stile Juve?".

Latest News