È morto Gaetano Anzalone, presidente della Roma dal 1971 al 1979

È morto Gaetano Anzalone, presidente della Roma dal 1971 al 1979

È morto Gaetano Anzalone, presidente della Roma dal 1971 al 1979

Lutto nel mondo del calcio. Un nome che potrebbe non dire molto ai più giovani, ma i più "anziani" lo potranno sicuramente ricordare con molto piacere. Il club giallorosso ha pubblicato un breve comunicato di cordoglio: "L'AS Roma piange la scomparsa di Gaetano Anzalone, indimenticato presidente giallorosso dal 1971 al 1979, e si stringe attorno alla sua famiglia".

È morto, all'età di 87 anni Gaetano Anzalone.

Morto Gaetano Anzalone: la Roma ed i suoi tifosi dicono addio allo storico presidente che porto tra le fila dei giallorossi Liedholm e Pruzzo. In seguito, a metà anni Sessanta, divenne il responsabile del settore giovanile della Roma.

Lite all'ufficio anagrafe, stacca a morsi il lobo dell'orecchio al rivale
L'uomo è stato trasportato d'urgenza all'ospedale Sandro Pertini , dove tenteranno di ricucire il lobo al resto dell'orecchio. Sono in corso le indagini per rintracciare l'aggressore e far chiarezza sull'esatta dinamica dell'accaduto.


Uomo di fiducia del presidente Marchini, gli succede diventando presidente della Roma il 13 giugno 1971, quando rileva la proprietà del club capitolino per un miliardo e mezzo di lire.

Anzalone, durante il periodo di presidenza, ha "creato" il centro sportivo di Trigoria dove i giallorossi si allenano ancora oggi. Restò al timone della società fino al 1979, quando venne sostituito da Viola. Fu il primo patron giallorosso a portare la squadra in tourné negli Stati Uniti per aumentarne la visibilità, mentre a livello di titoli mise in bacheca il trofeo Anglo-Italiano del 1972.

Latest News