Visualizza articoli per tag: Samsung viola brevetti iphone

Samsung, risarcimento salatissimo a Apple: 539 milioni di dollari

Samsung accusata di aver copiato l'iPhone: risarcimento da 533 milioni di dollari

Il contenzioso, ad oggi, si è concluso con una giuria di San Josè (California) che ha condannato Samsung a versare alla storica rivale 539 milioni di dollari come risarcimento.

Dopo la cancellazione della causa del 2011, potremmo pensare che la guerra legale in cui Apple e Samsung sono state coinvolte per anni sia finalmente finita.

Spagna: Ciudanos spinge per la caduta del governo
Il Partito, avendo beneficiato di fondi ottenuti illegalmente, è stato condannato a restituire 245mila euro. Ma si troverebbe con una maggioranza potenzialmente ingovernabile.


L'azienda sudcoreana dovrà pagare ad Apple circa 533,3 milioni di dollari per aver violato i brevetti sul design, più altri 5,3 milioni di dollari per violazione dei brevetti di utilità. Il caso era stato infine deferito alla Corte suprema degli Stati Uniti, che aveva finalmente annullato il caso e rinviato il caso al sistema giudiziario ordinario. Ad aver pagato questa scelta è stata principalmente Samsung, denunciata in diverse sedi e con all'attivo un annoso processo che ormai dura dal 2011. Inizialmente Apple aveva fatto causa a Samsung chiedendo un risarcimento danni di 2,5 miliardi di dollari, cifra che fu ridotta a 1 miliardo di dollari con la prima sentenza in favore di Apple emessa nel 2012. Apple voleva la prima linea, mentre Samsung puntava sull'entità della violazione commessa, che non riguardava l'intero smartphone, ma solamente alcune sue parti. È importante che noi continuiamo a proteggere il duro lavoro e l'innoazione di così tante persone in Apple. Ma la compagnia sudcoreana aveva contestato questo verdetto.

Dopo la richiesta di un "re-trial" la Corte d'Appello ha dato però ragione ad Apple, con i coreani che devono pagare adesso una cifra superiore rispetto a quella stabilita in precedenza. Se, infatti, da un lato ciò può portare enormi benefici ai consumatori, trovandosi di fronte ad aziende pronte a introdurre elementi positivi dei prodotti avversari, dall'altro non proteggere i propri brevetti potrebbe portare ad una uniformazione eccessiva di essi, portando risultati negativi per la competizione e, quindi, per il consumatore finale stesso.

Latest News