Serie A Jankto contro l'Udinese: "Noi schiavi in ritiro"

Serie A Jankto contro l'Udinese:

Serie A Jankto contro l'Udinese: "Noi schiavi in ritiro"

Del nuovo corso bianconero, che dovrebbe essere targato Cesare Prandelli in panchina, non vorrebbe farne parte il centrocampista Jakub Jankto.

Mi piacerebbe andare via dall'Italia. "Sono qui da 4 anni e sono felice qui, ma ho voglia di cimentarmi in un nuovo campionato, magari in Inghilterra o in Spagna". Abbiamo vinto cinque partite di fila, ma in primavera sono arrivate 11 sconfitte consecutive: siamo rimasti in hotel per tre settimane consecutive.

Dg Genoa: "Perin vuole giocare le coppe. Vedremo come accontentarlo…"
Il Napoli secondo me ha giocato molto meglio dei bianconeri, ma questo non basta. La prossima stagione? Se la giocheranno Napoli, Juve e Roma .


"Ci ha fatto trascorrere gli ultimi due mesi nel peggiore hotel di Udine, dove i servizi sanitari erano sporchi". Ritiro punitivo? Mi sentivo uno schiavo ed alcuni giocatori prendevano sonniferi per dormire.

Alla luce di quanto accaduto dunque Jankto sembra intenzionato a lasciare l'Udinese e probabilmente anche l'Italia per tentare una nuova avventura professionale all'estero: "Ora mi concentro solo sulle ultime due gare con la Nazionale, poi vedremo cosa succederà". Ci veniva detto che lo scopo era di rinforzare lo spirito di squadra, ma ne sono nati solo litigi. Le cose di cui sopra sono state decise dal padre Giampaolo, di cui non voglio parlare. Gino è un presidente valido e una bravissima persona. Se avesse fatto tutto Gino Pozzo allora sarebbe stato meglio. Ci ha aiutato tanto alla fine della stagione. Ci siamo sentiti come schiavi, non era permesso nemmeno di vedere i figli a chi aveva dei bambini. Io intanto penso a giocare queste ultime due gare con la Nazionale, non ho ancora offerte sul tavolo.

Latest News