Usa: dazi all'Europa da mezzanotte. Juncker: "Ci saranno contromisure"

L'Ue: "Abbiamo fatto tutto il possibile" - "Abbiamo fatto tutto il possibile per evitare questo esito" ma "gli Usa hanno voluto usare la minaccia delle restrizioni commerciali come leva per ottenere concessioni dall'Ue, questo non è il modo in cui noi facciamo affari, e certamente non tra partner, amici e alleati di lunga data". "E' un brutto giorno per il commercio mondiale", ha aggiunto.

"Questo è protezionismo puro e semplice", quindi "gli Usa non ci lasciano nessun'altra scelta che l'imposizione" di contromisure. "Risponderemo con tutti i mezzi a nostra disposizione", ha affermato il presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani. L'Ue ritiene che queste tariffe unilaterali statunitensi sono ingiustificate e contrarie alle regole del Wto. Così in una nota congiunta a margine della ministeriale Ocse a Parigi la commissaria Ue al commercio Cecilia Malmstroem e il ministro dell'economia del Giappone Hiroshige Seko. La Cina è il principale produttore di acciaio a basso costo grazie a sussidi e dumping. Ma, ha rivendicato Ross, i negoziati non hanno portato a risultati soddisfacenti, con gli europei che rifiutano di subire dazi motivati da ragioni di sicurezza nazionale: "E' assurdo, siamo tutti nella Nato", replicano gli europei. Il 14 marzo scorso a Bruxelles, Geert Van Poelvoorde, presidente di Eurofer, l'associazione delle aziende siderurgiche europee, aveva dato la misura della crisi che il settore attraversa e che potrebbe aggravarsi ulteriormente: dal 2007 al 2014 la domanda interna europea è crollata del 28%, l'occupazione è caduta del 20%, un posto di lavoro su cinque è andato in fumo. Poi misure di controbilanciamento sui prodotti di acciaio e alluminio importati in Ue, se ci sarà una variazione significativa dei flussi commerciali verso l'Europa.

Euro-bufera su Salvini e Le Pen: spunta un Natale da 13.500 euro
Si tratta di fondi differenti rispetto a quelli destinati agli eurodeputati per remunerare i loro assistenti parlamentari. Il sito europeo di Politico pubblica nel dettaglio la lista delle spese e dei politici che le avrebbero sostenute.


"Siamo pronti a far fronte a qualsiasi tipo di scenario e a difendere gli interessi Ue e il diritto commerciale internazionale". Finora i paesi dell'Unione europea, il Canada e il Messico erano stati esentati dalla tariffa del 25% sulle importazioni in Usa di acciaio e da quella del 10% sulle importazioni di alluminio. L'ennesima mossa protezionistica voluta da Donald Trump, annunciata dal segretario al Commercio statunitenseWilbur Ross, andrà a colpire duramente anche l'Italia, che esporta negli States prodotti per circa 40 miliardi di euro.

Il ministero dell'Economia ha detto che si adotteranno tasse all'importazione dagli Usa di una serie di prodotti, che vanno dall'acciaio alla carne suina, passando per prodotti agricoli come l'uva o i mirtilli. "Se i prezzi Usa si mantengono così il nostro acciaio reggerà l'impatto" spiega Gozzi.

Latest News