Economia: il nuovo governo rassicura il mercato, spread in calo

Non si ferma la corsa dello spread. Renzi è la Salvini tax. Il leader leghista non ci vogliono al governo

Economia: il nuovo governo rassicura il mercato, spread in calo

(Teleborsa) - Partenza cauta per Piazza Affari e le altre principali Borse europee, che non si allineano alla performance positiva di Wall Street e dei listini asiatici.

Il governo M5s-Lega guidato da Giuseppe Conte non sembra far poi così paura ai mercati.

Il professor Conte ha accettato l'incarico e ha presentato al Presidente della Repubblica la lista dei Ministri, ai sensi dell'articolo 92 della Costituzione. Il. La Piazza più forte è Madrid, che in avvio ha segnato una crescita dello 0,9%, seguita da Parigi (+0,78% a 5.440), Londra (+0,6%) e Francoforte (+0,58% a 12.678 punti).

Dalle Dolomiti la lucertola più antica del mondo
E così il rettile è stato con precisione collocato sull'albero della vita, risultando essere il più antico squamato conosciuto. Il fossile è di una piccola lucertola, Megachirella wachtleri .


Il differenziale Btp-Bund, infatti, oggi è sceso ancora di una trentina di punti, rientrando in area 213, dopo essere stato critico per qualche giorno. Si restringe anche il differenziale sui titoli a due anni, il segnale di allentamento delle preoccupazioni degli investitori in un orizzonte a breve-medio termine. Il Ftse Mib sale del 2,5% a 22.229 punti, spinto dal comparto banche, che sale del 3,9%.

In cima alla classifica dei titoli più importanti di Milano, troviamo Moncler (+1,58%), Banco BPM (+1,31%), BPER (+1,19%) e Atlantia (+0,97%). La Borsa spagnola guadagna l'1,7%: in mattinata il Congresso dei deputati ha sfiduciato il premier conservatore Mariano Rajoy, incaricando di fatto il leader socialista Pedro Sanchez. L'Istat comunica il dato definitivo sul Pil del primo trimestre, dopo che a maggio la stima preliminare dell'istituto di statistica era stata di +0,3%, in linea con la coda del quarto trimestre 2017, ma sotto comunque le attese di molti analisti. Stesse sorti per il fronte asiatico, con la Borsa di Tokyo che ha lasciato per strada l'1,5%. In calo anche il prezzo del petrolio; il greggio Wti vale, adesso, 66,89 dollari al barile con un calo lieve dello 0,2%. Scende anche il Brent dello 0,14% a 77,45 dollari.

Latest News