Inps:124.464 nuove pensioni pubblici '17

Pensioni requisiti per prendere la quattordicesima

Nel pubblico impiego una pensione su due è ancora «anticipata»

Il numero totale delle pensioni ex Enpals vigenti a inizio 2018 è cresciuto dell'1,8% mentre la spesa annua complessiva è aumentata dell'1,2%. Non sono quindi gli impiegati pubblici che influiscono sulla tenuta della spesa previdenziale. In aumento anche gli importi medi mensili passati dai 2.018,33 euro del 2016 ai 2.069,42 euro nel 2017, con incremento percentuale del 2,5%. Le altre Casse rappresentano complessivamente poco più del 3% del totale degli assegni.

Vulcaflex, leader nella produzione di pelli sintetiche per il mercato automobilistico e moda, è una delle tre aziende emiliano-romagnole selezionate per questo roadshow che sta girando tutta Italia.

Oltre il 51% delle pensioni pubbliche liquidate nel 2017 (124.464) sono state erogate a persone con un età più bassa di quella di vecchiaia. Lo certifica l'Osservatorio Inps che registra come gli assegni vigenti all'1.1.2018 ammontino complessivamente a 58.043 di cui 55.666 a carico del fondo dei lavoratori dello spettacolo e 2.377 del fondo degli sportivi professionisti.

Matrimonio Filippa Lagerback - Daniele Bossari: il comando passa a Enzo Miccio
Su Instagram la Venier ha pubblicato le foto scatenando i commenti di molte donne a cui il particolare non è passato inosservato. La soubrette svedese ha detto di sì tra le lacrime e il momento ha emozionato tutto il pubblico.


Pensioni Scuola, le regole per il 2019, da quella di vecchiaia a quella anticipata. Tra le pensioni vigenti, gli assegni erogati per vecchiaia sono appena il 13,4% del totale a fronte del 56,8% erogati per pensioni di anzianità e anticipate. Quindi più si andrà avanti e maggiore sarà il rischio che gli italiani siano più penalizzati rispetto ai colleghi europei. Le regioni che erogano il minor numero di pensioni sono la Valle d'Aosta (0,2%), il Molise (0,6%) e la Basilicata (1%).

L'età media complessiva dei titolari di pensioni di vecchiaia e anzianità/anticipate è di 73,6 anni sia per gli uomini che per le donne; quella dei titolari di pensione di inabilità si discosta di oltre tre anni tra i due sessi (70,8 per gli uomini e 73,9 per le donne); infine l'età media della categoria superstiti è molto differenziata tra i due sessi, essendo pari 71,3 anni per gli uomini e a 78,6 anni per le donne. Con riferimento all'importo complessivo annuo, risulta che il 62,1% è a carico della Cassa dei dipendenti dello Stato che eroga importi medi mensili pari a 1.959 euro, il 31,2% a carico della Cassa enti locali che presenta importi medi mensili di 1.539 euro e il rimanente 6,7% è erogato dalle altre Casse con importi che variano da 1.405,48 euro mensili per gli insegnanti a 4.424,17 euro mensili per i sanitari.

Latest News