Trump cambia idea: il 12 giugno incontrerà la Corea del Nord

Summit Kim-Trump a organizzare il vertice ci pensa Pompeo   
	                   
        		
         Oggi alle 08:30

Summit Kim-Trump a organizzare il vertice ci pensa Pompeo Oggi alle 08:30

La starlette si è recata da Trump per richiedere la grazia in favore di Alice Marie Johnson, una donna afroamericana di 62 anni che ha già scontato oltre 20 anni di prigione dopo essere stata condannata all'ergastolo per un crimine di droga non violento. I due leader avevano espresso l'idea di vedersi già nella prima telefonata con la quale il presidente russo si congratulava con Trump per la vittoria.

Il vicepresidente coreano ha consegnato personalmente a Trump una lettera in cui Kim Jong Un - secondo indiscrezioni dei media Usa - esprime interesse per lo storico faccia a faccia, senza avanzare minacce ne' concessioni.

La decisione definitiva dell'incontro è stata affidata a una lettera che doveva servire a ricucire la frattura tra i due Paesi e a rilanciare il Summit.

Nainggolan: "Le donne mi vogliono, difficile rifiutare..."
In un'intervista ai microfoni di Hln.be, si è espresso sul tema dell'omosessualità nel mondo del calcio. I gay nel calcio ci sono, ma non lo rivelano perché si vergognano .


In questa ottica, è stato molto importante la missione dell'emissario della Corea del Nord Kim Yong-chol, che si è recato in visita a New York con l'obiettivo di incontrare il segretario di stato americano Mike Pompeo. Al termine dell'incontro il leader statunitense ha dichiarato ai giornalisti: "Il grande accordo del 12 giugno ci sarà". Inizieremo un percorso. Ho detto loro di prendersi il proprio tempo. "Ho l'impressione che loro vorrebbero veder accadere qualcosa, e se ci riuscissimo sarebbe una buona cosa".

Ex capo dei servizi segreti nordcoreani, Kim Yong Chol è stato il primo funzionario accolto nella capitale Usa da quando il maresciallo Jo Myong Rok fu ricevuto nel 2000 dal presidente democratico Bill Clinton; allora, l'uomo vicino a Kim Jong Il, il padre dell'attuale leader nordcoreano, consegnò a Clinton una lettera di invito a recarsi a Pyongyang, offerta declinata dall'allora leader americano.

Latest News