Diritti tv, la Lega archivia Mediapro: si va alle trattative private

Diritti tv, la Lega archivia Mediapro: si va alle trattative private

Diritti tv, la Lega archivia Mediapro: si va alle trattative private

All'incontro erano presenti il presidente della Lega Serie A, Gaetano Micciché, l'avvocato Paolo Nicoletti, ex sub commissario e profondo conoscitore del tema, il presidente di Mediapro, Jaume Roures, l'Ad del Milan Fassone e il vicepresidente dell'Udinese Campoccia, oltre agli advisor di Infront e ai legali di Mediapro.

L'assemblea della Lega Serie A ha approvato la struttura dei pacchetti e il prezzo minimo complessivo in base ai quali partiranno le trattative private e già nel pomeriggio potrebbero avere luogo i primi incontri con gli operatori della comunicazione e gli intermediari indipendenti interessati.

LA REAZIONE DELLA LEGA: "PROPOSTA NON CONFORME AL BANDO" - "In relazione al comunicato diffuso da Mediapro, la Lega Serie A comunica di avere ricevuto questa sera delle ulteriori proposte, da parte della stessa Società spagnola, che verranno sottoposte domani all'attenzione dell'Assemblea". "Io sono ligio e fedele ai contratti, e il contratto prevedeva una caparra, che è stata incamerata e resterà nelle casse della Lega", la secca replica di Micciché.

Gp Italia: Oliveira vince in Moto2
A punti anche Luca Marini (7° ), Andrea Locatelli (8°) e Simone Corsi , che ha festeggiato il 250° GP con il decimo posto. Poco dopo avviene un colpo di scena clamoroso: Pasini scivola nella ghiaia e manda in fumo una probabile vittoria.


Non avendo per tre occasioni presentato la fideiussione, che vale come garanzia, di 1.2 miliardi di euro (iva compresa), i catalani sono stati dichiarati inadempienti dall'assemblea della Lega serie A del 28 maggio all'unanimità: 17 voti su 17.

"E' un momento importante, si apre una fase di offerta da parte di tutti i broadcaster nazionali e internazionali - ha aggiunto il numero uno della Lega Calcio - E' il momento di valorizzazione del calcio italiano". Stiamo parlando di uno dei settori più importanti per l'Italia, per il Pil, per il valore aggiunto e le opportunità di crescita per il Paese. E i 64 milioni versati da Mediapro a titolo di garanzia? Mi auguro che tutti i broadcaster possano valorizzare a pieno il nostro prodotto. "Venerdì avremo un'assemblea per analizzare le prime offerte - ha concluso - Poi la prossima settimana chiuderemo tutto".

Latest News