Borsa, mercati e spread del 6 giugno

Notizie Radiocor Notizie Radiocor - Prima Pagina

Torna a crescere lo spread aspettando la fiducia a Conte della Camera

In aumento anche lo spread che è tornato sopra la soglia dei 250 punti.

Borse europee fiacche dopo la diffusione degli indici di fiducia dei manager in Italia e in attesa di quella in Germania, Francia e nell'Ue, seguita dalle vendite al dettaglio in aprile e, nel pomeriggio dalla fiducia dei manager Usa. Tra i titoli di Piazza Affari, attenzione a Enel dopo l'acquisizione di Eletropaulo in Brasile. In avvio sulla piazza di Francoforte il Dax sale dello 0,35%, a Parigi il Cac40 guadagna lo 0,45% e a Londra il Ftse 100 segna un +0,30%.

Di Maio incontra i rider: "Via ad assicurazione e paga minima"
Di Maio si e' poi detto pronto a dialogare "con tutti, enti locali, territoriali, quelle convenzionali e quelle che stanno nascendo". "Dobbiamo metterci subito al lavoro - ha concluso - perché si è perso già molto tempo".


Sensibile miglioramento dello spread, che raggiunge quota 214 punti base, prima di risalire, con un decremento di 16 punti base rispetto al precedente, con il rendimento del Btp a 10 anni che si posiziona al 2,53%. La banca d'affari statunitense ha ridotto a 2,9 euro il prezzo obiettivo del Banco Bpm, a 3,3 euro quello di Intesa Sanpaolo, a 4,2 euro il target price di Ubi Banca e a 21 euro quello di Unicredit.

I riflettori si riaccendono sulla questione politica. La moneta europea è scambiata a 128,174 yen, contro i 128,29 dell'apertura e i 127,72 della chiusura precedente, mentre il cambio dollaro/yen è a 109,654. Tornano a scendere, infine, i prezzi petrolio, dopo il ribasso di ieri: il future luglio sul Wti cede lo 0,34% a 64,53 dollari al barile, mentre la consegna agosto sul Brent si attesta a 74,19 dollari (-1,47%).

Latest News