Francia, indagato il braccio destro di Macron: "Conflitto d'interessi"

Indagato per corruzione il braccio destro di Macron

Francia, indagato il braccio destro di Macron: "Conflitto d'interessi"

"Il signor Kohler - aggiungono - ha sempre tenuto informata la sua gerarchia sui legami personali che aveva con il gruppo MSC". Tutto è nato da un'inchiesta del sito Mediapart, che ha svelato come il segretario generale dell'Eliseo sia legato agli Aponte, la famiglia fondatrice e proprietaria di MSC. Il problema è che la compagnia è diventata la principale cliente dei grandi cantieri navali francesi di Saint-Nazaire, che lo stato ha fatto di tutto per salvare dalla chiusura, quindi da un passaggio completo sotto controllo italiano. L'armatore italo-svizzero MSC è di proprietà dei cugini della madre. Msc è stato sempre un attore chiave nei negoziati, visto che le sue commesse per la realizzazione di navi da crociera avrebbero potuto trasformare Saint-Nazaire.

Doping, Magnini: "Squalificatelo per 8 anni"
Per il collega di Nazionale Michele Santucci , coinvolto nella medesima indagine, la richiesta è stata di 4 anni. Magnini, che è sempre stato un simbolo della lotta al doping , ha sempre respinto le accuse nei suoi confronti.


E Kohler, nell'agosto del 2016, abbandonò la cariche pubbliche per andare a lavorare nella sede di Ginevra dell'azienda. Nella denuncia, Anticor rimprovera innanzitutto a Kohler di aver accettato di sedere come rappresentante dello stato nel consiglio di amministrazione di STX France dal 2010 al 2012, mentre, secondo l'associazione, "non poteva ignorare che esisteva un conflitto d'interessi". Tale situazione, prosegue l'associazione, è continuata anche quando Kohler ha lasciato l'Ape, per approdare al ministero dell'Economia e della Finanze, allora guidato dall'attuale commissario Ue Pierre Moscovici, nel ruolo di vice capo di stato maggiore del discastero. La replica dell'Eliseo è stata immediata denunciando "sospetti totalmente infondati" nei confronti di Alexis Kohler. Chi sono gli Aponte e perché questi legami familiari fanno tanto scandalo? Pur avendo messo tutti i filtri necessari, potrebbe capitare di trovare qualche banner che desta perplessità. Il pressing, poi, si sarebbe rivolto a Macron che, neoeletto, intende riconsiderare la trattativa.

Latest News