Bimbi intossicati, c'è la causa

Intossicazione alunni Pescara ancora nessuna certezza su origine del contagio

Pescara, salgono a 180 i bambini intossicati: esclusa la salmonella, colpa di un batterio della carne

Pescara, 180 i bimbi intossicati. Sulla vicenda c'è il massimo riserbo, ma è trapelato che alcuni dipendenti delle società che gestiscono il servizio di refezione scolastica a Pescara, dopo che il caso è venuto fuori hanno raggiunto il laboratorio dell'ospedale per sottoporsi, su base volontaria, ad analisi e coprocoltura.

Il batterio che ha causato oltre centinaia di intossicazioni tra bambini e adulti nelle scuole di Pescara non è Salmonella come più volte detto nei giorni scorsi. La trasmissione del Campylobacter nell'uomo, generalmente, è dovuta a derrate alimentari contaminate e, in particolare, carne. La procura di Pescara ha aperto un'inchiesta. Il sospetto agente eziologico si consolida in una più che ragionevole ipotesi che il patogeno sia rappresentato dal Campylobacter Jejuni, responsabile di gastroenteriti molto diffuse soprattutto nei paesi del Nord Europa e nei paesi dell'Est. Anche per le persone che sono andate in strutture sanitarie diverse dal nosocomio pescarese e' stato seguito il protocollo terapeutico messo a punto dall'azienda sanitaria di Pescara, che ha gestito l'emergenza.

Sono dati parziali, spiegano alla Asl, ma "già significativi".

Ecco perché è morto Davide Astori: finalmente spiegato il motivo
Gli ultimi esami invece hanno evidenziato che il giocatore è morto a causa di una tachiaritmia , un'improvvisa accelerazione del cuore.


Attualmente, nel reparto di pediatria di Pescara sono ricoverati 23 bambini.

L'analisi dei campioni prelevati sui pazienti e i risultati degli accertamenti in corso da parte dell'Istituto Zooprofilattico sul cibo sequestrato da Asl e Carabinieri del Nas nel centro di cottura che serve le mense scolastiche cittadine dovrebbero consentire di ricostruire la filiera alimentare e accertare l'origine della contaminazione. Tutti però sono stati sottoposti a una terapia contro quel tipo di batterio, la cui diffusione negli ultimi dieci anni ha registrato un incremento, e si sta rivelando efficace.

Latest News