Rivoluzione diritti tv: la Serie A vende i pacchetti orari!

Diritti Tv: due abbonamenti per vedere tutta la A? 90° minuto a rischio chiusura

Diritti tv, Serie A verso la rivoluzione: forse necessari 2 abbonamenti. E 90° Minuto rischia la chiusura dopo 48 anni

La prima: nessun operatore, in prima battuta, potrà acquistare e di conseguenza trasmettere l'intero campionato di Serie A e questo implica il rischio per gli utenti di dover attivare due abbonamenti per vedere da casa tutto il campionato. Alla luce delle trattative con gli operatori concluse in mattinata, i club hanno puntato sulla vendita per prodotto.

Gli spagnoli di Mediapro non mollano la presa e dopo la risoluzione del contratto per i diritti tv, votato dall'Assemblea di Lega Serie A il 28 maggio, ha inviato questo pomeriggio alle 17, a quanto apprende l'Adnkronos, una manifestazione d'interesse per le trattative private che la Serie A sta portando avanti.

Serie B Palermo, sospesa vendita biglietti ai tifosi del Venezia
Pregevole azione della squadra di Inzaghi che ha liberato al tiro l'attaccante classe '94 a pochi metri dalla porta di Pomini. Ripresa, rosanero che continuano a gestire palla e provano ad attaccare sugli esterni.


Gli highlights della Serie A saranno disponibili in chiaro prima sul web che in tv, non ci sarà spazio per trasmissioni come 90' Minuto. I pacchetti saranno pubblicati sul sito della Lega (www.legaseriea.it) attorno alle ore 18. Il bando per i diritti tv del campionato vieta la trasmissione delle azioni migliori e dei gol del campionato prima delle 22 di domenica sulle tv non a pagamento. Altra grande novita' e' legata al fatto che le televisioni in chiaro potranno trasmettere le sintesi delle partite (fatto salvo il diritto di cronaca nei tg) solo dopo le ore 22.00 di domenica. Un secondo pacchetto permetterà all'acquirente di trasmettere 152 gare in quattro finestre orarie, in particolare le partite delle 15 di sabato e domenica, la gara delle 18 di domenica e il "monday night match" del lunedì. I prezzi (complessivamente 1.1 miliardi di euro) sono commisurati sul numero di gare, sulle fasce orarie, ma anche in base alla formula del 'pick' per le 20 partite più importanti: i licenziatari potranno scegliere, con un ordine definito dal bando, collocando uno a testa i big match (tendenzialmente gli scontri diretti fra Inter, Milan, Juventus, Roma e Napoli) negli slot orari compresi nel pacchetto che ciascuno ha acquistato.

Latest News