Nato, Di Maio rilancia: 'Restiamo alleati Usa, ma dialoghiamo con la Russia

Di Maio al Mise incontra imprenditori'Drappo bianco

Di Maio al Mise incontra imprenditori'Drappo bianco +CLICCA PER INGRANDIRE

Roma, 7 giu. (askanews) - L'Italia resta un alleato degli Stati Uniti e il Governo "vuole lasciare l'Italia negli accordi e nelle alleanze" tradizionali.

Così in poche ore si è concluso con uno "yes sir" il richiamo all'ordine del segretario generale della Nato Jens Stoltenberg, dopo che il premier aveva ribadito lealtà e fiducia "all'Alleanza Atlantica", ma anche l'intenzione di Lega e M5S e quindi del governo stesso di essere "promotori" del dialogo con la Russia e soprattutto "di una revisione del sistema delle sanzioni, a partire da quelle che rischiano di mortificare la società civile russa".

Visita per il ministro del Lavoro, Luigi Di Maio, nello stabilimento Leonardo di Pomigliano d'Arco (Napoli), dove il vicepremier ha incontrato l'ad, Alessandro Profumo, e il presidente Gianni De Gennaro.

"Restiamo nella Nato e alleati degli Stati Uniti, ma portiamo avanti anche il dialogo con gli altri Paesi, come la Russia, così come è sempre stato".

A Napoli tributo a Pino Daniele
Tra i non napoletani, a salvarsi sono stati veramente in pochi, con Fiorella Mannoia padrona assoluta della scena. In particolare i più bersagliati sono stati Jovanotti , Antonacci, Ramazzotti, Elisa e Sangiorgi.


Da Mosca la speranza c'è: "A Mosca contano sul lavoro comune con il nuovo governo italiano, sulla scia di una continuità positiva dei rapporti russo-italiani" ha detto il dipartimento informazione e stampa del Ministero degli Esteri russo ad Askanews. "Per quanto riguarda le limitazioni delle sanzioni, non siamo stati noi a introdurle, senza dubbio; approveremmo un approccio di buonsenso e ponderato".

La posizione del neogoverno non piace invece al capogruppo del Ppe all'Europarlamento Manfred Weber: "Mi auguro che l'Italia rifletta bene sulla posizione da assumere sulle sanzioni alla Russia: l'Europa si spaccherebbe e diventerebbe più debole", dice.

"Durante la riunione Nato oggi non abbiamo parlato delle sanzioni" alla Russia. "Su queste questioni si agisce, non si annuncia".

Latest News