Di Maio a Confcommercio: "l'Iva non aumenterà e sgravi all'energia semplificati"

Confcommercio

Di Maio a Confcommercio: "l'Iva non aumenterà e sgravi all'energia semplificati"

"E' importante che oggi il Ministro del lavoro e dello Sviluppo, Luigi Di Maio, abbia precisato che il salario minimo dovrebbe riguardare la generazione di lavoratori fuori dalla contrattazione nazionale, almeno fino a quando non allargheremo le tutele della contrattazione a tutti i lavoratori", ha sottolineato la segretaria generale della Cisl, Annamaria Furlan, commentando l'intervento del Ministro del Lavoro e dello Sviluppo. Sono imprenditori, quelli associati a Confcommercio, che lavorano anche per il bene comune, per i quali "la barca del Paese è prima di tutto la nostra".

"Ci teniamo alla tenuta dei conti" - ha aggiunto il capo politico del M5S, come riporta il sito dell'Ansa -.

(Teleborsa) - Disinnescare l'aumento dell'IVA, semplificare gli strumenti anti-evasione, inserire l'onere della prova e tanto altro ancora. "Abbiamo sempre dialogato con Paesi come la Russia - ha detto - ma anche con Paesi del mediterraneo, come del Nord Africa, che ci permetteranno anche di risolvere il problema dei flussi migratori".

Alle parole del presidente di Confcommercio, Carlo Sangalli, che aveva detto: "Sull'Iva non si tratta e non si baratta!", risponde così Luigi Di Maio: "Avete la mia parola qui a Confcommercio che l'Iva non aumenterà e le clausole di salvaguardia saranno disinnescate".

Argentina, Enzo Perez prende il posto dell'infortunato Lanzini
A rendere pubblica quella che fino a poco tempo fa era solamente un'indiscrezione, ci ha pensato il giornalista argentino Gabriel Anello, nel suo programma Radio Mitre .


Bisogna dunque "trasformare l'attuale ripresa in una crescita concreta e duratura, tra il 2 e il 2,5% annuo", per "ricucire le crescenti distanze tra il Mezzogiorno e il resto del Paese", "ridurre l'area della povertà assoluta", "recuperare a una degna occupazione tanti italiani che l'hanno persa o che non l'hanno mai trovata". "Il lavoro nobilita l'uomo fino a che ti dà la soddisfazione di arrivare a fine mese e invece siamo in un momento in cui si cerca di lavorare pur guadagnando zero". "Se vogliamo bene all'Italia, e noi le vogliamo bene, se vogliamo portare avanti progetti economici dobbiamo contrattare con l'Europa le condizioni che l'Italia non può più sostenere, dicendo anche dei no". Quindi un'apertura alla Torino-Lione?

Secondo Sangalli "l'Iva sembra essere diventata una specie di passepartout" per finanziare "ogni esigenza, ogni progetto, ogni nuovo strumento" e questo è segno di "un grave e diffuso pregiudizio nei confronti della domanda interna". Ma, cari amici, dice: "La vera salvaguardia per imprese e cittadini è difendere i loro redditi, il potere d'acquisto, la competitività diffusa delle imprese".

SANGALLI. Sangalli parla di "un'Italia coraggiosa e vulnerabile", che ha bisogno di un "contratto per la crescita", in quanto la ripresa è "insufficiente per ossigenare l'economia perché talmente esigua da restare nel recinto delle statistiche e perché incapace di dare calore e fiducia alle attese di famiglie e imprese".

Latest News