Italia alla Francia: "Non accettiamo lezioni ipocrite"

I migranti trasbordati dall’Aquarius sulla navetta della Guardia Costiera italiana

Italia alla Francia: "Non accettiamo lezioni ipocrite"

"La Francia fa la sua parte, ciò che è inaccettabile è il comportamento e la strumentalizzazione politica che è stata fatta dal governo italiano" sul caso Aquarius, ha detto il portavoce del governo francese, Benjamin Griveaux. "Il governo italiano - si legge nella nota - non ha mai abbandonato le quasi 700 persone a bordo dell'Aquarius".

A questo punto entra in gioco, nella ricostruzione della vicenda da parte di Palazzo Chigi, la Spagna e la decisione del governo di Madrid di accettare l'approdo della nave e dei 629 migranti nel porto di Valencia: "Preso atto del rifiuto di Malta a collaborare e a permettere lo sbarco delle persone a bordo dell'Aquarius, abbiamo accolto un inedito gesto di solidarietà arrivato dalla Spagna".

Luigi Di Maio in difesa del governo replica alla Francia: "Proprio loro parlano".

"Ritengo che la linea del governo italiano sia da vomitare".

Allarme bomba: volo Roma-Chicago atterra in Irlanda
A causa di un allarme bomba il volo, operato dalla United , è stato costretto ad atterrare all'aeroporto di Shannon , in Irlanda. I passeggeri sono stati fatti sbarcare 40 minuti dopo l'atterraggio e sono in corso i controlli.


Migranti: Di Battista, condivido linea governo. Adesso sotto con le nostre battaglie: "la pace, la cooperazione internazionale, la lotta alla corruzione, la risoluzione del conflitto di interessi e il reddito di cittadinanza". Domani alle 11 Salvini riferirà in Senato su Aquarius. "L'Italia non può accettare lezioni ipocrite da Paesi che in tema di immigrazione hanno sempre preferito voltare la testa dall'altra parte".

"Questa è una decisione del presidente del Consiglio". Ma Il vicepresidente della Commissione Ue Frans Timmermans riconosce che il nostro Paese "è stato lasciato per troppo tempo da solo, e quindi si tratta di un un problema collettivo". Lo ha detto il ministro delle infrastrutture e trasporti Danilo Toninelli rispondendo sull'ipotesi di annullare il vertice bilaterale Italia-Francia dopo lo scontro con Parigi sulla vicenda Aquarius.

La questione relativa alla chiusura dei porti è cosa sostanzialmente diversa perché solo blandamente toccata dai trattati internazionali che l'Italia ha ratificato, norme che peraltro prevedono della "clausole di salvaguardia" che permettono agli stati firmatari di attuare una serie di misure non ben definite, qualora non si trovassero in condizione di dare accoglienza ai rifugiati.

Nel dibattito interviene anche il Pd tramite l'ex premier Paolo Gentiloni che si rivolge al premier spagnolo Sanchez e twitta: "Adelante Pedro!" Poi il richiamo al senso di responsabilità: "Occorre ora più che mai un accordo tra gli Stati membri la cui responsabilità deve essere condivisa". La Cedu ha ribadito altre volte che gli Stati contraenti sono in principio liberi di controllare l'ingresso, il soggiorno e l'espulsione degli stranieri.

Latest News