Vertice Usa-Corea del Nord, storica stretta di mano Trump-Kim

G7: Conte fa ciao con la mano a Trump ma lui lo ignora completamente

NBA, Dennis Rodman a Singapore per l’incontro tra Trump e Kim Jong Un

Sono passate da poco le 9 a Singapore (le 3 di notte in Italia) quando il presidente americano Donald Trump e il leader nordcoreano Kim Jong-un si stringono la mano.

Storica stretta di mano a Singapore tra Donald Trump e Kim Jong Un. Trump ha definito Kim un negoziatore "sveglio e abile", ha spiegato che lo incontrerà "molte volte", che hanno costruito "un legame molto speciale" e che lo inviterà "assolutamente alla Casa Bianca". Il summit ha "un importante e positivo significato, e ha dato via a una nuova storia", ha commentato il ministro degli Esteri, Wang Yi.

Il documento e la denuclearizzazione. Kim ha dunque riaffermato il suo irremovibile impegno alla completa denuclearizzazione della penisola coreana. "Abbiamo avuto un incontro storico, abbiamo deciso di lasciarci il passato alle spalle, abbiamo firmato un documento storico, il mondo vedrà un importante cambiamento" ha detto il leader nordcoreano. "Kim ha un'opportuinità unica, essere ricordato come il leader che ha assicurato la pace e la prosperità al suo popolo", ha detto il tycoon durante la conferenza stampa finale, "tutti possono fare la guerra, ma solo i più coraggiosi possono fare la pace".

Calciomercato Roma, ecco Kluivert: 20 mln all'Ajax, arrivato in città
Oggi è arrivato un altro grosso colpo per Monchi , che è riuscito a portare nella capitale anche Justin Kluivert dell'Ajax. Nella mattinata di domani svolgerà le visite mediche, per poi firmare un contratto da 5 anni con la Roma .


Dall'accordo firmato consegue che Trump si impegna a garantire la sicurezza alla Corea del Nord.

La prima stretta di mano da quasi 70 anni fra i massimi rappresentanti dei due Paesi è durata più di 10 secondi. Poi si sono messi in posa per i flash dei fotografi e le telecamere per immortalare lo storico momento. "È un onore essere qui", ha detto Trump prima di dare il via al faccia a faccia assistito dai soli interpreti e durato circa 40 minuti, anticipando di avere con lui una "relazione formidabile". "Kim mi ha detto che la Corea è pronta a smantellare un sito per i test missilistici, oggi è l'inizio di un processo che dobbiamo tenere bene davanti agli occhi". Sarà un successo". Kim ha risposto con un tono simile: "Non è stato facile arrivare qui, i pregiudizi ci chiudevano occhi e orecchie. Alla fine del colloquio, mentre si spostavano in un'altra sala per il meeting allargato, Trump ha avuto il tempo per una battuta: "È andata molto, molto bene". "Ci saranno sfide davanti ma lavoreremo con Trump. Le sanzioni rimarranno in vigore fino alla completa denuclearizzazione", ha precitato Trump.

Il summit sul nucleare. Sebbene la stessa CNN sia piuttosto vaga sulle ragioni che hanno scatenato la furia di Trump, l'impressione è che a irritare il presidente Usa sia stato un discorso di Trudeau proferito nella giornata di sabato, in particolare le affermazioni secondo cui esiste una "certezza assoluta" sull'intenzione del Canada di annunciare il prossimo 1° luglio un insieme di ritorsioni in risposta ai dazi che Washington ha imposto sull'acciaio e sull'alluminio che l'America importa da altri paesi. Quindi si sono seduti a tavola per un pranzo di lavoro, con un menù prelibato a base di pesce e carne. Come antipasti cocktail di gamberetti con insalata di avocado, kerabù di mango verde condito con miele di lime e piovra fresca, cetriolo ripieno alla coreana. Poi di due leader si sono concessi una breve passeggiata: "Abbiamo fatto un sacco di progressi, l'incontro è andato meglio di quanto chiunque potesse aspettarsi", ha detto Trump. Prima di siglare l'intesa, il presidente nordcoreano ha fatto controllare la penna da un addetto in guanti bianchi.

Latest News