Aquarius, presidio in piazza della Vittoria al grido "Aprite i porti!"

Assessore: in piazza per porti aperti

Porti aperti o chiusi?

"È una risposta pigra, che ci metterà solo in difficoltà".

Il rischio è che si crei in mezzo al mare una pressione di navi cariche di migranti, per quanto soccorsi in quello che è l'approvvigionamento di acqua, alimentari e cure mediche. La propaganda del nuovo governo reazionario e populista inizia a trasformarsi in atti concreti iniziando dagli ultimi, innocenti che hanno la sola colpa di scappare da guerre e miseria – lo dichiara in una nota Vincenzo Fumetta segretario provinciale di Rifondazione Comunista Palermo. In Italia il business dell'immigrazione non è più tale.

Sulla vicenda il presidente del Consiglio Conte ha contattato il premier maltese Joseph Muscat ha "chiesto chiaramente che si facesse carico almeno del soccorso umanitario delle persone in difficoltà". Mentre noi siamo stati disposti per anni ad accogliere migliaia di migranti, Malta non è disponibile ad accoglierne centinaia. Così su twitter Medici Senza Frontiere. A soccorrerli mercantili, guardia costiera italiana e la Aquarius, una nave da ricerca e soccorso (Sar) di SOS Méditerranée, a bordo della quale sono stati infine fatti salire tutti i migranti. Nessuno si deve permettere di abbinare l'Italia alla parola xenofobia.

Migranti, la vittoria di Salvini sull’Europa: "Alzare la voce è servito"
Resta un elemento morale quasi indigeribile, è vero: l'idea di far politica gettando sul tavolo verde vite umane. Il vicepremier ha detto di non escludere un suo viaggio in Libia. " L'Italia non è più sola".


Per questo, uniti, esortiamo le autorità competenti a vietare nelle competizioni elettorali la presentazione di liste direttamente o indirettamente legate a organizzazioni, associazioni o partiti che si richiamino al fascismo o al nazismo, come sostanzialmente previsto dagli attuali regolamenti, ma non sempre applicato, e a proibire nei Comuni e nelle Regioni iniziative promosse da tali organismi, comunque camuffati, prendendo esempio dalle buone pratiche di diverse Istituzioni locali. Ed ha concluso con un "Roma sta cercando l'incidente".

Tra l'altro, come ricordato dal Corsera, "il rifiuto, aprioristico e indistinto, di far approdare la nave in porto comporta l'impossibilità di valutare le singole situazioni delle persone a bordo, e viola il divieto di espulsioni collettive previsto dall'art. Le due cose possono stare insieme, se si mette in atto una politica dell'accoglienza efficace, così come quella perseguita dal Ministro Minniti che ha portato agli effetti concreti di oggi, con una evidente diminuzione degli sbarchi".

Latest News