Migranti, la vittoria di Salvini sull’Europa: "Alzare la voce è servito"

MIgranti nave aquarius

MIgranti nave aquarius

La nave Aquarius ha ricevuto l'istruzione dal Centro di coordinamento del soccorso marittimo (MRCC) di Roma di restare in standby nella posizione attuale (35 miglia dall'Italia e 27 miglia da Malta). C'è una convenzione internazionale (convenzione di Montego Bay sul diritto del mare) che impone ai Paesi di obbligare i comandanti delle navi che battono la propria bandiera nazionale a partecipare alle operazioni di salvataggio e portare le persone in pericolo al sicuro. A parlare è Andrea Di Nicola professore dell'Università di Trento, coordinatore del gruppo eCrime ma sopratutto grande conoscitore delle dinamiche che governano il flusso di migranti che dall'Africa si riversano sulle coste mediterranee. "Medici senza frontiere ha appreso dai mezzi d'informazione che il primo ministro spagnolo, Pedro Sánchez, ha offerto Valencia come porto di sbarco per la nave Aquarius".

L'assessore alle Politiche Sociali del comune di Milano Pierfrancesco Majorino ha espresso la sua vicinanza ai manifestanti, definendo l'appuntamento "una risposta doverosa alla situazione sciagurata che stiamo vivendo: siamo di fronte a un Governo che gioca sulla vita delle persone, a un nave in balia delle scelte di un Governo, a sbarchi che avvengono e altri che non si capisce se avverranno". La Aquarius ha recuperato in tutto 629 persone nel Mediterraneo, con 123 minori non accompagnati, 7 donne incinte. "Sfidando gli ordini del nuovo governo populista italiano, il sindaco della città siciliana di Palermo Leoluca Orlando ha dichiarato che la sua città è pronta ad accogliere nel porto la nave Aquarius". "Ma quando un gommone si è rotto", ha aggiunto, "un uomo è andato a fondo sotto gli occhi dei soccorritori, che sono riusciti a prenderlo e a rianimarlo una volta fuori dall'acqua". Il vicepremier ha detto di non escludere un suo viaggio in Libia. "L'Italia non è più sola". Particolarmente difficile quella di persone su un gommone che si è rovesciato facendo finire 40 migranti in mare.

La mossa di Salvini, prima del clamoroso colpo di scena spagnolo che ne ha "europeizzato" il contesto, era rivolta alle Ong e al loro rapporto controverso con l'Italia: è palese che un blocco, per odioso che sia, si possa semmai applicare a navi attrezzate e sicure come le loro, non certamente a "boat people" sul punto di affondare.

"Amici", a vincere la 17esima edizione è il cantante Irama - Spettacoli
Merito del direttore artistico di Amici 17 Luca Tommassini , uno degli ospiti di questa puntata speciale di Amici Stories . Boom di ascolti e gran finale di stagione per la signora della televisione Maria De Filippi .


Mentre è arrivato il plauso di Marine Le Pen e di alcuni esponenti del centrodestra italiano, la decisione di Salvini e del governo sulla nave Aquarius ha provocato la reazione anche del Vaticano.

L'articolo 10 del Testo parla dei respingimenti, cioè la pratica di allontanare uno o più migranti che secondo lo stato non sono nella condizione di poter essere accolti. Resta un elemento morale quasi indigeribile, è vero: l'idea di far politica gettando sul tavolo verde vite umane.

Ma, anche in questo caso, il riferimento è alle 629 vite a cui si è negato lo sbarco. "Mi piacerebbe che Malta si assumesse le sue responsabilità, come la Francia e la Gran Bretagna, mi piacerebbe che tutti si sentissero un po' Italia come oggi". Questo dimostra il fatto che è un'Unione europea non solidale. Sono questi Stati, per esempio l'Ungheria, che non vogliono saperne nulla di migranti e credo che oggi siano loro l'ostacolo maggiore.

Latest News