Trump-Kim, la stretta di mano è già nella storia

Il Secolo XIX

Kim e Trump pronti alla prova

L'ex stella NBA è arrivata a Singapore, luogo dell'incontro tra Donald Trump e Kim Jong Un, intorno alla mezzanotte di lunedì. Con Kim Jong-un "risolveremo un grande problema, un grande dilemma", ha detto Trump sul nucleare con il leader nordcoreano, assicurando che "lavorando insieme ce ne faremo carico". "Il mio incontro con Kim è stato onesto, diretto e produttivo", ha affermato Trump, che ha ringraziato il leader nordcoreano.

Trump e Kim hanno dunque firmato un documento "globale" che dovrebbe descrivere i prossimi passi della relazione tra Stati Uniti e Corea del Nord. Anche Pechino si rallegra per il summit e il ministro degli Esteri, Wang Yi, poco prima che si conoscessero i particolari del documento congiunto conclusivo del vertice, ha dichiarato: "Auspichiamo che i due leader possano dissolvere le interferenze, stabilire fiducia reciproca, superare le difficoltà e raggiungere un consenso di base sulla promozione e sul raggiungimento della denuclearizzazione e promuovere e stabilire un meccanismo di pace per la penisola". Circondato subito dai reporter (anche loro appena sbarcati), ha raccontato di non essere sicuro di riuscire a incrociare Kim durante la sua visita a Singapore. Poi, il siparietto. Il tycoon ha mostrato al leader 'the beast', la macchina presidenziale del presidente americano. "Le sanzioni - ha spiegato Trump - verranno eliminate una volta che saremo sicuri che non ci saranno più armi nucleari nella penisola". "Ringrazio Kim per averci permesso questo primo passo per un futuro più brillante e più roseo", ha aggiunto. "Siamo pronti a scrivere un nuovo capitolo delle relazioni delle nostre nazioni", ha detto Trump. Sarà il popolo a decidere e magari non vogliono tutto questo: "lo capisco", ha detto il presidente americano.

L'accordo firmato con KIm Jong-un è "completo" per dare il via al processo di denuclearizzazione "molto velocemente".

Il vincitore di 5 anelli Nba, nella Hall of Fame dei giocatori più forti di tutti i tempi, è infatti uno storico amico del leader nordcoreano (fin dal 2013) quando fece parte degli "Harlem Globe Trotter", la squadra di giocolieri statunitensi che dà spettacolo per tutto il mondo. In cambio l'America offrirà la sua protezione alla Corea del Nord.

"Amici", a vincere la 17esima edizione è il cantante Irama - Spettacoli
Merito del direttore artistico di Amici 17 Luca Tommassini , uno degli ospiti di questa puntata speciale di Amici Stories . Boom di ascolti e gran finale di stagione per la signora della televisione Maria De Filippi .


Il presidente ha aggiunto anche che "le sanzioni rimarranno in vigore fino alla completa denuclearizzazione" e che per ora l'accordo firmato tra Usa e Corea del Nord "è un pezzo di carta, ma Pompeo (l'attuale Segretario di Stato degli Stati Uniti, ndr) ha detto che in passato altri presidenti hanno firmato pezzi di carta che poi non hanno avuto seguito". E Trump ha toccato la spalla di Kim dicendogli qualcosa.

Poi di due leader si sono concessi una breve passeggiata: "Abbiamo fatto un sacco di progressi, l'incontro e' andato meglio di quanto chiunque potesse aspettarsi", ha detto Trump.

Kim Jong-un ha anche invitato Trump a Pyongyang per un secondo vertice a luglio.

La prima stretta di mano da quasi 70 anni fra i massimi rappresentanti dei due Paesi è durata più di 10 secondi.

Latest News