Lorenzo e Ducati, separati in casa: "Darò comunque il massimo"

Lorenzo

MotoGP: Alex Debon difende Jorge Lorenzo

La collaborazione è durata meno di tre mesi, giusto il tempo di qualche test e la prima gara in Qatar, poi le difficoltà del maiorchino in sella alla Ducati hanno fatto incrinare la situazione fino all'allontanamento senza troppe spiegazioni ufficiali.

L'ex coach di Jorge Lorenzo Alex Debon a Radio Marca è tornato sulla spinosa questione del rapporto tra Jorge e la Ducati. Un segnale premonitore che ha portato alla separazione tra la il team di Borgo Panigale e il pilota, sfociato con l'annuncio del passaggio alla Honda di pochi giorni fa. "Penso che la scommessa Honda sia molto positiva, in quanto ha 2 piloti veloci ma, a differenza del rapporto con Valentino, Jorge si adatterà meglio con Marquez, nonostante siano 2 galli in un pollaio." . "Montmeló è un circuito che amo, è la mia pista di casa, e questo dà sempre una motivazione in più".

BOLOGNA, Pippo Inzaghi nuovo allenatore
Inzaghi è reduce da un'esperienza di due anni alla guida del Venezia, portato ai playoff di Serie B nell'ultimo campionato. Ha firmato un contratto fino al 30 giugno 2020 e verrà presentato domani mattina allo stadio Dall'Ara di Bologna .


CRITICHE ALLA DUCATI - Sarà un'avventura stimolante per Lorenzo, probabilmente la più difficile della sua carriera, dove sarà vietato sbagliare e non ci sarà alibi che tenga. Alla fine hanno creato situazioni molto tese attorno alla mia figura e hanno innervosito il pilota. Ora che tutti sanno quale sarà il mio futuro per la prossima stagione, posso solo dire di essere totalmente concentrato sul GP, e che darò il massimo per la Ducati. Chiosa ultima sulla Ducati: "Credo non abbiano mai davvero valutato Jorge come uomo e come pilota sin dal suo primo anno sulla moto italiana".

Latest News