Borsa, cambio e spread dopo la decisione della BCE sul QE

Mercati ed esperti sembrano tutti d'accordo nel ritenere che il Qe - che al momento procede al ritmo di 30 miliardi di euro al mese fino a settembre - sarà esteso fino a dicembre ma con acquisti mensili ridotti ad un massimo 10-15 miliardi, per poi essere ufficialmente chiuso con la fine dell'anno. A partire da gennaio il Quantitative Easing sarà azzerato. Lo stesso capoeconomista dell'Eurotower, Peter Praet, ha confermato che a Riga, dove si terrà la riunione di domani, i governatori discuteranno delle modalità di uscita dalle politiche ultra-espansive.

Dopo aver trascorso l'intera mattinata in territorio negativo, sulla scia delle indicazioni più aggressive del previsto arrivate dalla Fed, le Borse europee hanno registrato un rapido cambio di sentiment, con una virata al rialzo che le ha portate a chiudere gli scambi in salita, a poca distanza dai massimi intraday. Tassi fermi almeno fino all'estate del 2019.

I tassi d'interesse, invece, rimangono invariati: 0% il tasso di riferimento, -0,4% quello sui depositi alla Bce, +0,25% quello sulle operazioni di rifinanziamento marginale.

Golovin: "Juventus? Onorato dell'interessamento"
Su di lui si è posato lo sguardo di diverse formazioni di serie A, pronte a dargli un'occasione dopo gli 8 gol in 14 partite in serie B tra campionato e Coppa Italia.


Il Consiglio Direttivo della Bce dopo un "attento esame" degli ultimi dati ha riscontrato "progressi concreti" sul rafforzamento dell'inflazione e sulle aspettative, ha sottolineato il presidente della Bce, Mario Draghi, in conferenza stampa.

La Bce promette tuttavia di proseguire con il reinvestimento - ossia l'utilizzo del capitale rimborsato dei bond che ha in portafoglio e che arrivano a scadenza per comprare nuovi titoli di pari durata - ancora a lungo e per tutto il tempo necessario ad assicurare l'accomodamento monetario necessario.

Latest News