Spesometro, delocalizzazioni e Jobs Act: i punti chiave del decreto dignità

Di Maio “Pronto il decreto dignità”

Lavoro, Di Maio lancia il ‘decreto dignità’: “Revisione Jobs Act per garantire più…

Lo ha detto il ministro del Lavoro e dello Sviluppo Economico, Luigi Di Maio, a Rtl.

E aggiunge: "Iniziamo dalla pubblicità che tenta tante persone".

Oltre alla "causale" da reintrodurre, il "decreto dignità" dovrebbe riguardare da molto vicino anche le imprese che decideranno di spostare i propri stabilimenti all'estero. "Poi c'è tutta la questione della regolamentazione dei punti vendita terrestri, dove occorre intervenire". Sul fronte "precarietà" il focus sui riders sarà fondamentale per Di Maio: "A loro vogliamo garantire diritti come tutti gli altri lavoratori e con il Decreto Dignità lo faremo".

"È necessaria una migliore regolamentazione del fenomeno, prevedendo il rilascio dell'autorizzazione all'installazione delle slot machine - Vlt solo in luoghi ben definiti (no bar, distributori ecc), la limitazione negli orari di gioco e l'aumento della distanza minima dai luoghi sensibili (come scuole e centri di aggregazione giovanile)".

E3 2018: Fifa 19 su Switch, ecco un video di gameplay
Occhio poi anche alla Serie C italiana, che potrebbe finalmente essere disponibile per tutti gli appassionati di calcio minore. In questa pagina troverete la raccolta completa informazioni ufficiali, indiscrezioni, immagini, video su Fifa 19 .


- eliminazione di spesometro, redditometro e studi di settore. Il primo decreto del governo Conte conterrà quattro norme fondamentali: la prima riguarderà le imprese, con l'obiettivo di eliminare la burocrazia che attualmente sta opprimendo il sistema commerciale del nostro Paese. Su Facebook ha aggiunto: "Ora queste proposte possono diventare leggi dello Stato".

Nel corso della propria intervista, Luigi Di Maio ha anche spiegato quali saranno i passi successivi al cosiddetto "decreto dignità". Si parla comunque di "revisioni", vedremo quindi cosa verrà proposto nel Decreto Dignità. Alla domanda se ci sara' il reddito di cittadinanza nel 2019, Di Maio ha risposto: "lo spero". "Infine dobbiamo contrastare duramente la ludopatia, intervenendo anzitutto sulla pubblicità del gioco d'azzardo".

Il cittadino - conclude Ciprini - deve tornare al centro degli interessi della politica per ristabilire un principio che in questi anni è stato calpestato: "quello della dignità". "Non è possibile che ci sia gente che non riesce a campare mentre c'è chi percepisce pensioni d'oro e vitalizi".

Latest News