Impresa Alonso: vince la 24 ore di Le Mans

Antonio Giovinazzi “Sono pronto. Punto al podio vincere sarebbe un sogno”

Al via l'edizione 2018 della 24 Ore di Le Mans

Nella LMGTE Pro, trentesima nella griglia di partenza della 24H di Le Mans e prima della categoria, la Porsche 911 RSR dell'italiano Gianmaria Bruni, insieme a Lietz e Makowiecki, se la giocherà con la gemella del trio Christensen-Estre-Vanthoor.

Nella classe maggiore, riservata ai soli piloti professionisti, sono in gara tre Ferrari, tutte iscritte dal team AF Corse.

Meghan sola con la regina Elisabetta, prima uscita (senza Harry) con gaffe
Se Harry e Meghan dovessero avere, in futuro, delle figlie , queste non avranno alcun diritto a ricevere il titolo nobiliare. Non solo, a stupire sono anche i tempi.


Spettacolo a Le Mans per la 86esima edizione della 24 ore, al via sabato alle 15 (tv: Eurosport). Un risultato importante per il team nipponico e soprattutto per Fernando Alonso al quale adesso manca l'ultimo passo - ossia la vittoria in gara - per avvicinarsi al sogno della Tripla Corona, il riconoscimento che spetta a chi riesce a vincere il campionato del mondo di Formula 1 - o la gara di Monaco -, la 24 Ore di Le Mans e la 500 Miglia di Indianapolis. Sam Bird si alternerà nella 488 GTE con Davide Rigon e con Miguel Molina, pilota giramondo che sta gareggiando con grandi risultati in European Le Mans Series, Nel Blancpain Endurance e nel Pirelli World Challenge. Tra le GTE-Am, continua il dominio della Porsche 911 RSR numero 77 del team Dempsey-Proton Racing guidata da Campbell-Ried-Andlauer, invece la numero 88, che aveva ottenuto la pole position con Cairoli, è uscita di strada rimediando danni non riparabili mentre era terza.

Calado e Pier Guidi lo scorso anno sono stati capaci di dominare il campionato piloti con una seconda parte di stagione incredibile e successi che hanno permesso di mettere la firma sul campionato, come quelli di Austin e del Fuji. L'altra invece è fuori per guasto meccanico. Infine presenti le 13 vetture della GTE Am con Giancarlo Fisichella che assieme a Francesco Castellacci e Thomas Flohr guideranno la Ferrari F488 GTE del team Spirit of Race. Questo primato sarebbe andato a Loic Duval, sulla ORECA 07 Gibson n.28 preparata dalla G-Drive Racing, se non fosse incappato in una penalità che lo ha fatto scivolare in quarta posizione. Giovedì sono previste le altre due sessioni di qualifica (19-21 e 22-00).

Latest News