Migranti, nave Usa con 12 cadaveri: "Non abbiamo celle frigorifere"

Nave Usa butta 12 cadaveri immigrati in mare

CronacaPrimo Piano Nave Usa senza celle frigorifere buttati in mare 12 cadaveri di immigrati Di La Redazione- 14 giugno 2018 12

L'assenza delle celle frigorifere sulla Trenton, ha costretto al terribile gesto gli operatori della nave veloce militare della sesta flotta della Us Navy che martedi mattina si è ritrovata, per la prima volta, a soccorrere un gommone di migranti che si era rovesciato recuperando 40 superstiti e 12 corpi. Subito dopo il soccorso, dopo aver chiamato le guardie costiere libica e italiana, la nave americana si è rivolta alla Sea watch, comunicando che è in corso il recupero dei corpi e chiede la disponibilità al trasbordo. "E i superstiti li prendiamo solo se ci assegnano contestualmente un porto sicuro che non sia più lontano di 36 ore di navigazione". Gli americani, allora, hanno chiesto aiuto ai volontari della "Sea watch", una ong tedesca, che hanno fornito ai profughi viveri e coperte. La Trenton aveva parlato di 12 cadaveri, ma non si sa quanti siano i dispersi. "Non ci sono salme a bordo della Trenton, ci conferma l'ufficio delle pubbliche relazioni della Us Navy", riferisce il quotidiano italiano.

Da gennaio finisce il sostegno della BCE ai titoli di Stato
E' importante - ha osservato inoltre -"non drammatizzare" gli eventi politici e le scelte politiche dei singoli Paesi. La Federal Reserve alzi i tassi fino al 2%.


Cosa sarà di quelle 40 persone vive a bordo della Trenton è ancora difficile saperlo: "Ci stiamo coordinando con i nostri partner internazionali per decidere la destinazione delle persone a bordo". Anche perché, in assenza di ulteriori motivazioni, rimane in vigore la regola che i naufraghi devono essere sbarcati nel porto più vicino. Per quanto riguarda i superstiti, dunque, Roma non vuol saperne di accogliere immigrati di cui non ha gestito le operazioni di salvataggio.

Latest News