Torino, la Coldiretti lancia la "spesa sospesa" contro lo spreco alimentare

Torino

Uno stand del"Bistecca day di Coldiretti

"Il nostro obiettivo è far sì che questa esperienza non resti limitata a questa occasione ma diventi un fenomeno strutturale in una situazione che vede oggi 2,7 milioni di italiani costretti a chiedere aiuto per mangiare".", spiega Moncalvo, che ha ringraziato la Città di Torino per l'ospitalità. Questo secondo caso riguarderebbe maggiormente i pensionati e le famiglie con bambini, che provano vergogna a recarsi nelle strutture di carità. Secondo Coldiretti quest'anno si registra una "storica inversione di tendenza" con l'aumento di oltre il 5% della spesa delle famiglie per la carne. I dati in merito sono quelli sugli aiuti alimentari distribuiti con i fondi Fead attraverso dall'Agenzia per le Erogazioni in Agricoltura (Agea).

Tra le categorie più deboli ci sono 455mila bambini sotto i 15 anni, quasi 200mila anziani sopra i 65 anni e circa 100mila senza fissa dimora, che necessitano di un sostegno per nutrirsi.

Frosinone, sul sito ufficiale: "Nestorovski, ci senti? A casa"
Per quanto riguarda il reclamo, saranno gli organi a decidere. "C'è tanta delusione ed amarezza per quello che meritavamo". E ancora: "Occorre, a nostro avviso, saper vincere e, anche, caro Palermo e caro Zamparini , saper perdere".


"Contro la povertà è attiva una nutrita rete di solidarietà, con molte organizzazioni operanti nella distribuzione degli alimenti, dalla Caritas Italiana al Banco Alimentare, dalla Croce Rossa Italiana alla Comunità di Sant'Egidio", ha notato la Coldiretti. Si tratta della possibilità di fare una donazione libera presso i 150 banchi del mercato per fare la spesa a favore dei più bisognosi. In pratica, si mutua l'usanza campana del "caffè sospeso", quando al bar si lascia pagato un caffè per il cliente che verrà dopo.

Per aiutare i bisognosi, Coldiretti, che ha presentato un rapporto sull'argomento, lancia la "Spesa sospesa" in collaborazione con la Caritas.

Latest News