Tesla, Musk: abbiamo un sabotatore

Nell'azienda di Elon Musk, negli ultimi mesi nell'occhio del ciclone per i bilanci in profondo rosso e per i ripetuti casi di Model S in autocombustione, sembra essere stato scovato un collaboratore poco onesto; anzi, un vero e proprio "sabotatore". Nel testo Musk scrive di aver individuato una persona che ha condotto "un'azione di sabotaggio piuttosto estesa e compromettente". Il guastatore, infatti, avrebbe cambiato i codici relativi a un prodotto interno (con tutto ciò che questo comporta per la logistica) e diramato delle informazioni sensibili senza alcuna autorizzazione. La comunicazione è stata resa nota dalla Cnbc e una portavoce di Tesla ne ha confermato l'autenticità. Già nel 2016, davanti all'esplosione di un razzo di SpaceX mentre veniva rifornito, aveva gridato al complotto.

Il dipendente è stato immediatamente sottoposto ad interrogatorio da parte dei dirigenti, ma Musk ha sottolineato che sta continuando ad indagare per capire se il dipendente interessato stesse lavorando con altri. La raccomandazione di Musk ai suoi sottoposti è stata di essere particolarmente vigili nelle prossime settimane, quelle in cui l'azienda si appresterà a raggiungere la produzione settimanale di 5 mila Model 3, la sua EV "di massa".

Salvini: faremo censimento dei rom ma quelli italiani dobbiamo tenerceli
Lavoro giorno e notte perché l'estate 2018 abbia meno morti, maggiori controlli e a tendere maggiori espulsioni". L'Europa finalmente torna ad ascoltarci, il premier Conte era a Parigi la settimana scorsa, ora va a Berlino.


Il CEO di Tesla, Elon Musk, ha trasmesso una mail ai dipendenti lunedì mattina informandoli dell'interruzione della produzione a causa di un incendio avvenuto la sera prima nella fabbrica di Freemont, in California. Tesla sta attualmente aumentando la sua produzione di auto elettriche, ma allo stesso tempo ha dato il via a una ristrutturazione che sta tagliando almeno il 9% della forza lavoro. Una frase che non lascia adito a dubbi.

Latest News