Dazi Usa contro la Cina per 50 miliardi

Donald Trump

Donald Trump

Il presidente Donald Trump ha approvato dazi su una lunga lista di prodotti Made in China: scatteranno il 6 luglio, e riguarderanno 818 categorie di prodotti. Esce sconfitta invece la "colomba" Steve Mnuchin, il segretario al tesoro che aveva firmato la tregua annunciando la sospensione di ogni dazio durante i negoziati, dopo una generica dichiarazione comune per ridurre il disavanzo commerciale americano. Pechino ha già minacciato a suo tempo il varo a sua volta di un pacchetto di dazi su beni Made in Usa anche in questo caso per un valore di 50 miliardi di dollari, compresi aerei e i semi di soia. Una riunione durata circa 90 minuti in cui sono state confermate tariffe del 25% su un lungo elenco di beni che la Cina esporta in Usa. La decisione degli Stati Uniti rappresenta una sorta di "punizione" contro Pechino, rea di aver rubato le tecnologie alle aziende Usa e di aver violato i diritti sulla proprietà intellettuale.

A proposito del post indecente di Eleonora Brigliadori su Nadia Toffa
Con le sue parole la Brigliadori non solo fa un'opera di disinformazione, ma si prende gioco dei malati e delle loro famiglie. Non si placano le polemiche sulla partecipazione di Eleonora Brigliadori a Pechino Express .


Al momento sono stati individuati e colpiti circa 1.300 podotti di importazione e nel giro di pochi giorni gli Stati Uniti renderanno pubblica una seconda lista di altri prodotti che in poche settimane saranno oggetto di nuove e pesanti tassazioni. E non si è fatta attendere la contromossa di Pechino, che ha annunciato 50 miliardi di dazi. Ma proprio dal mondo tech a stelle e strisce arrivano forti dubbi sugli effetti benefici di una guerra commerciale, che potrebbe portare problemi anche ai produttori che realizzano i propri prodotti negli Stati Uniti. "Ora proteggeremo questi segreti, che sono i gioielli della corona del nostro paese". Conte, spiega il presidente Usa all'intervistatore, "ha una linea dura sull'immigrazione, come me". Il ministero del Commercio cinese ha avvertito ieri che Pechino ha "la sicurezza, la capacità e l'esperienza necessarie a difendere gli interessi del popolo cinese e dello Stato".

Latest News