Germania-Messico 0-1, è la sesta volta che i campioni 'bucano' l'esordio mondiale

Diretta Germania Messico ore 17 formazioni ufficiali dove vederla in

Getty Images

Duttilità tattica e capacità di cambiare in corsa e adattarsi agli avversari: è questo il credo di Juan Carlos Osorio, che per l'esordio Mondiale contro la Germania dovrebbe schierare il suo Messico con un 4-3-3 che in fase di non possesso diventerebbe un 4-5-1. La Germania, campione del Mondo in carica, esce sconfitta per 1-0 dal primo match del girone. Il debutto contro la nazionale tedesca appare piuttosto complicato, ma a risultare fondamentali per il Messico saranno le altre due sfide contro Corea del Sud e Svezia (Palinsesto Mediaset e canali TV Mondiali 2018).

Inizia il Mondiale della Germania, ma dopo un minuto è il Messico a creare la prima occasione della partita. Nella ripresa poche le azioni veramente degne di nota da parte dei tedeschi con Hummels e Boateng che molto spesso vengono presi di infilata dai ficcanti contropiedi del Messico che in un'azione fallisce clamorosamente anche il raddoppio.

A sorpresa il Messico gioca con più disinvoltura, mentre la squadra di Löw si affida solamente alle giocate dei singoli. Decide il gol di Lozano al 35', che di destro quasi sfonda la porta. La Germania risponde, è viva (traversa di Kroos su punizione). Arriva il primo cambio: dentro Reus per Khedira. Dopo tre minuti ci prova Reus con un tiro defilato, palla alta di pochissimo. Il Messico ha battuto incredibilmente la Germania. Sono proprio i due nuovi entrati ad avere le occasioni migliori, con un palo esterno colpito proprio da Brandt. Un risultato inaspettato, la straordinaria Germania di Neuer, Ozil e Muller va incontro ad un netto ko, sottovalutando il talento del 'piccolo' Messico che può contare su calciatori del calibro di Vela (ex Real Sociedad), Herrera (Porto), Hernandez (West Ham) e Lozano (PSV).

Migranti, Merkel: "Problema va preso di petto, collaboreremo con l'Italia"
L'annuncio è arrivato dal ministro degli Interni, Horst Seehofer , in una riunione della Csu a Monaco. Possiamo dare dei suggerimenti in base all'esperienza con l'unificazione tedesca.


Gran partita quella del portiere messicano, celebre per le sue prestazioni ben sopra la media nelle competizioni mondiali, il Brasile dovrebbe aver qualche ricordo a riguardo.

Messico (4-2-3-1): Ochoa; Salcedo, Moreno, Ayala, Gallardo; Guardado (73' Marquez), Herrera, Layun, Vela (58' Alvarez), Lozano (66' Raul Jimenez); Hernandez.

Latest News