Migranti, Merkel respinge ultimatum Seehofer: nessun automatismo

Nei giorni scorsi, infatti, il ministro dell'Interno Horst Seehofer ha detto di voler avviare la preparazione della misura dei respingimenti dei migranti alle frontiere.

La spaccatura sul fronte governativo teutonico è evidente dopo che pure la Csu, cioè il partito di Seehofer - branca bavarese della Cdu di Merkel, rispetto alla quale ha posizioni più dure in tema di immigrazione - ha appoggiato oggi all'unanimità l'ultimatum dato dal ministro dell'Interno a Merkel, che guarda al Consiglio europeo del 28 e 29 giugno.

Nel corso della conferenza stampa con la cancelliera tedesca Angela Merkel, Conte ha citato alcuni dati sulla povertà in Italia e in particolare il dato del 2017 che fotografa 2,7 milioni di cittadini costretti a ricorrere ai pacchi alimentari e alle mense per i poveri.

Quanto alla proposta di riforma del regolamento di Dublino, Conte l'ha definita "ormai superata dai fatti" sottolineando che "la direzione non può più essere quella". Per l'emergenza migranti "servono soluzioni europee, senza innescare dinamiche bilaterali che rischiano di costituire la fine di Schengen", ha detto Conte.

Recensione Honda Accord 2016
Per garantire la sicurezza del conducente e dell'auto, la telecamera posteriore è integrata con dei sensori di parcheggio. A seconda dell'intensità della pioggia battente sul parabrezza, i tergicristalli si regoleranno automaticamente.


E del resto anche la cancelliera tedesca è sotto pressione dall'opposizione interna proprio sui migranti. Affrontare i problemi di petto, è la parola d'ordine del premier italiano.

"Un buona giornata per la collaborazione franco-tedesca", ha commentato Merkel.

A proposito di "riforme strutturali" il premier non ha parlato di modifiche alla legge Fornero, uno dei punti del contratto del cosiddetto governo del cambiamento - dove si legge testualmente "stop legge Fornero" - cui l'Europa guarda con preoccupazione.

"Tema cruciale del mio governo" ha detto il presidente del Consiglio ieri in Germania "è la lotta alla povertà e il reddito di cittadinanza, la riforma dei centri per l'impiego, che si inseriscono in una serie di riforme strutturali". "Frontex deve essere potenziata - ha aggiunto Merkel - e nel medio termine il finanziamento deve essere garantito per potere affrontare il problema dell'immigrazione illegale e dei trafficanti". Lo stesso vale, conclude, "per lo sviluppo del continente africano ed il trust (Ue) deve essere dotato di più mezzi adeguati".

Latest News