F1, ufficiale: Red Bull avrà motori Honda

Formula1 Red Bull lascia la Renault: dal 2019 passa alla Honda

F1, Red Bull dice addio alla Renault, accordo con la Honda: ''Obiettivo tornare a vincere''

"I due team Red Bull correranno con le stesse power unit Honda".

La Honda era in grande ripresa sia affidabilistica che prestazionale e evidentemente in Red Bull credono in loro e hanno valutato positivamente il lavoro fatto con il team di Faenza. inoltre in questo modo si potrà dar vita ad una sinergia e scambio di parti tra i due team controllati dai "bibitari" come si era paventato già per il 2018 ma che sfumò a causa della differenziazione del fornitore di motori e come appunto ci avevano anticipato i tecnici Toro Rosso. Una collaborazione nata nel 2007 e che ha portato il team di Milton Keynes ad aggiudicarsi ben 57 vittoria, 4 titoli piloti e 4 titoli costruttori.

Censimento rom, Salvini: "Anche Pisapia, nel 2012...". Majorino replica
Controlli per la sicurezza dei campi rom e dei bambini sono cosa diversa. Tanti i temi toccati dal ministro del Lavoro durante l'intervista.


Il Team Principal della Red Bull Racing, Christian Horner, ha dichiarato: "Questo accordo pluriennale con la Honda segna l'inizio di un'eccitante nuova fase degli sforzi della Aston Martin Red Bull Racing per competere non solo per le vittorie dei gran premi ma per quello che è stato sempre il nostro obiettivo, la vittoria dei campionati". Decisivi sono stati i problemi di affidabilità del motore francese e la poca potenza del motore, facendo sì che Red Bull non possa lottare ad armi pari con Mercedes e Ferrari. Abbiamo sempre preso le nostre decisioni con un solo criterio in mente e crediamo che questa soluzione ci consentirà di competere ad un livello più alto. Red Bull, infatti, col futuro rapporto con Honda spera di avere un motore all'altezza della monoposto. Attraverso i propri canali ufficiali, il team Red Bull F1 ha annunciato che per le stagioni 2019 e 2002 utilizzerà motori forniti dalla Honda. La loro ambizione puo' essere associata alla nostra.

"Ringraziamo comunque Viry-Chatillon per una collaborazione durata 12 anni, in cui abbiamo vissuto momenti incredibili". A volte abbiamo avuto divergenze, ma la Renault ha sempre lavorato instancabilmente e al massimo delle sue capacità per fornirci una power unit competitiva. Ancora oggi è così e per questo vogliamo ringraziare Renault, in particolare i ragazzi che sono nel nostro garage in ogni gara, per il loro impegno e vogliamo concludere al meglio la collaborazione alla fine della stagione.

Latest News