Scoppia la mina Ilva, sindacati contro Di Maio

Mittal ok proroga ma a Taranto si facciano i lavori pianificati

Scoppia la mina Ilva, sindacati contro Di Maio

Il rinvio è dettato dall'opportunità di un ulteriore spazio di confronto tra le parti prima di prendere una decisione sul siderurgico: "Unitamente alla valutata opportunità di rendere ulteriormente disponibile uno spazio di confronto al servizio del raggiungimento dell'accordo sindacale le società concedenti con la presente, comunicano la volontà di avvalersi come in effetti si avvalgono del diritto ad esse riservato dall'art.27.4 del contratto di prorogare il termine del 30 giugno 2018 ivi previsto sino al 15 settembre 2018", si legge nel documento diffuso dai commissari che ufficializza la proroga. "A me preoccupa che l'investitore non ritiri la sua manifestazione di interesse". La manutenzione degli impianti, con la gestione commissariale, è ormai al minimo. Le questioni ancora da risolvere sono il mantenimento occupazione di tutti i lavoratori diretti e dell'indotto, il piano industriale, l'ambientalizzazione e la bonifica, per far si' che si possa produrre senza inquinare e salvaguardando la salute dei lavoratori e dei cittadini di Taranto, e l'applicazione dell'accordo di programma di Genova. Sia chiaro al ministro Di Maio - incalza Bentivogli -, che al primo incidente il suo ministero sara' occupato dai lavoratori, quelli veri. Ma avvisa: i lavori iniziati a Taranto intanto proseguano! Poi però è subentrato il cambio di governo, partendo da una posizione politica preoccupante.

"Il ministro - prosegue Franzoso - ha detto che ha bisogno di tempo per studiare, eppure sempre lui ha contestato, quando era parlamentare di opposizione, i rinvii e l'operato dei commissari, e adesso che cosa fa: li proroga per due mesi e mezzo".

Meteo: ondata di caldo estivo in arrivo
Le temperature massime nelle ore diurne potranno raggiungere i 34-38°c, mentre nelle ore notturne si aggireranno sui 17-20°c. Il nord sarà invece interessato più marginalmente con temperature nella media del periodo o leggermente al di sopra di essa.


In precedenza, Di Maio aveva detto che sull'Ilva "stiamo portando avanti oltre un metro cubo di studi di carta: 20mila pagine di studi, lo stiamo affrontando con un continuo contatto con i commissari dell'Ilva". In realtà emergono in questo governo le contraddizioni delle strategie della Lega e del M5S emerse in campagna elettorale. Una scelta insensata che denuncia solo confusione mentale.

Latest News