Ivrea diventa Patrimonio Unesco: è il 57esimo sito in Italia

Ivrea diventa Patrimonio Unesco: è il 57esimo sito in Italia

Ivrea diventa Patrimonio Unesco: è il 57esimo sito in Italia

Una buona ed una cattiva notizia per il nostro Paese in merito alla presenza nella prestigiosa lista Unesco. Lo ha dichiarato all'Ansa il Ministro dei beni e delle attività culturali, Alberto Bonisoli, nell'apprendere dell'iscrizione di "Ivrea Città Industriale del XX Secolo" nella Lista del Patrimonio Mondiale dell'Unesco. "Un riconoscimento che va a una concezione umanistica del lavoro propria di Adrano Olivetti, nata e sviluppata dal movimento Comunità e qui pienamente portata a compimento, in cui il benessere economico, sociale e culturale dei collaboratori è considerato parte integrante del processo produttivo".

Dice Parigi: "Una candidatura che non solo ha saputo raccontare una città e la sua storia, ma che, soprattutto, parla al futuro, proponendo un mondo fatto di amore per l'essere umano, di comunità e armonia tra tecnologia e ambiente". Niente iscrizione immediata, dunque, ma un rinvio semplice come proposto dalla Tunisia e nonostante il parere contrario di Spagna e Norvegia. Si tratta di una corrente culturale, che poi divenne partito politico, fondata proprio da Adriano Olivetti e con matrice socialista e liberaldemocratica. "E invita l'Italia a presentare il prossimo anno il dossier con le correzioni richieste per l'iscrizione". Con queste parole il presidente del Veneto, Luca Zaia, ha commentato l'esito della votazione del World Heritage Committee, il Comitato Unesco riunitosi nel Golfo Persico, per esaminare la candidatura delle Colline del Prosecco di Conegliano-Valdobbiadene a entrare nel Registro del Patrimonio mondiale dell'Umanità. "Siamo molto felici del traguardo raggiunto". Purtroppo per due voti non è stato possibile avere l'iscrizione immediata.

Migranti | Merkel | avanti con volenterosi
Lo ha scandito chiaramente Conte in Parlamento, prima alla Camera e poi al Senato. L'Italia porta una proposta incentrata sulla solidarietà condivisa.


L'Italia si presentava con due proposte. L'ingresso delle Colline del Prosecco è però rinviato: l'Italia dovrà specificare meglio alcuni aspetti del progetto prima di ritentare.

Latest News