Migranti, governo tedesco sull'orlo della crisi. Seehofer vuole dimettersi

Il comitato esecutivo della Cdu di Angela Merkel ha confermato il sostegno alla politica migratoria della cancelliera tedesca e la sua contrarietà ai respingimenti unilaterali dei profughi.

Seehofer avrebbe offerto le dimissioni al partito, dopo che Angela Merkel ha escluso i respingimenti immediati dei migranti al confine, previsti dal suo piano. Secondo il falco bavarese né le proposte contenute nell'accordo Ue né gli accordi bilaterali fatti da Merkel risulterebbero efficaci quanto il respingimento unilaterale da parte della Germania dei migranti già registrati in altri Paesi.

Il capogruppo della Csu, Alexander Dobrindt, non ha accettato le dimissioni di Seehofer.

Domenica Seehofer ha partecipato a una lunga riunione con gli altri leader della CSU, arrivando alla conclusione che la soluzione offerta da Merkel non fosse sufficiente e mantenendo l'idea delle espulsioni.

Cavani superstar davanti agli occhi di Cristiano Ronaldo
Ci sono però numerosi portali che offrono la possibilità di vedere le partite di calcio in streaming live e in qualità HD. URUGUAY (4-4-2): Muslera; Varela, Gimenez, Godin, Caceres; Nandez , Bentancur , Vecino , Sanchez; Cavani , Suarez .


"Dico di sì, che renderò entrambi i posti disponibili e che lo farò entro tre giorni", ha confermato Seehofer nella notte, parlando fuori dalla sede della Csu a Monaco e anticipando un incontro in giornata con la Cdu, "nella speranza che possiamo arrivare ad un accordo". Il ministro dell'Interno, il bavarese Horst Seehofer, dopo aver riscontrato che le posizioni della Merkel non sono cambiate "di un centimetro" e aver giudicato "insufficiente" l'esito del vertice Ue sui migranti, ha annunciato le sue dimissioni sia dal governo che dal partito.

È in bilico il governo di Angela Merkel. L'uscita di scena di Seehofer per motivi legati alla sua credibilità politica potrebbe sgonfiare la portata di questa crisi politica che avrebbe potuto provocare la caduta della Grande Coalizione. Non è stata esclusa la caduta della Grande Coalizione con l'uscita della Csu dalla GroKo e la perdita di molti seggi in Parlamento e dunque della maggioranza. Un altro scenario è quello di una scissione dell'alleanza che lega Cdu e Csu dal Dopoguerra: se i due partiti dovessero decidere di andare avanti indipendentemente l'uno dall'altro, allora per la prima volta la Cdu potrebbe raccogliere voti in Baviera, nelle elezioni regionali e anche nazionali, e la Csu potrebbe fare una campagna elettorale in tutta la Germania alle elezioni generali.

È il tema dei cosiddetti "secondary movements": Merkel intende scoraggiarli, e ha lavorato in questo senso anche all'ultimo Consiglio europeo, ma ha sempre detto di essere contraria alle espulsioni delle persone già in Germania, sostenendo che sia più opportuno coinvolgere gli altri stati europei e cercare la loro collaborazione.

Latest News