Migranti, nuovo naufragio in Libia: 63 dispersi, ci sono morti

I corpi di tre bambini sono stati recuperati e circa 100 persone sono disperse dopo che un barcone con migranti è affondato a 6 km al largo dalle coste libiche. "Altre 41 persone sono state soccorse dalla guardia costiera a largo di Zwara". I centri di accoglienza libici sono invece al collasso, secondo l'Oim ospitano già almeno 10 mila persone in condizioni estreme di sovraffollamento e emergenza umanitaria, In tutto sono 2.500 le persone salvate e riportate a terra solo nell'ultima settimana di giugno.

Saldi estivi in Abruzzo: come evitare fregature?
No a quei negozi che avevano gli scaffali semivuoti poco prima dei saldi e che poi si sono riempiti. Pagamenti: le carte di credito devono essere accettate da parte del negoziante.


Tra le vittime anche tre neonati. Immagini che hanno dato cruda sostanza ad aride cifre di un'ecatombe da decine di migliaia di morti che da anni rende la tratta fra Libia e Italia la più micidiale al mondo. Nessuna speranza per le altre persone a bordo. "Sono morti annegati" dicono i compagni di viaggio. Il portavoce della Marina libica, Ayob Amr Ghasem, ha confermato che c'e' stato un naufragio "sicuramente" con annegamenti al largo delle coste libiche. "Ci sono varie imbarcazioni e una era in condizioni critiche". Soprattutto quando ci sono oltre 40 gradi di temperatura.

Latest News