Tripletta spagnola in Olanda: vince il solito Marquez

MotoGp Olanda libere 2 Viñales realizza il primo tempo Rossi 4

Tripletta spagnola in Olanda: vince il solito Marquez

Di seguito il VIDEO con gli highlights della gara. Sarà il campione del mondo in carica e leader del mondiale Marc Marquez a partire in pole position in Olanda.

"Le gomme sono state perfette, sono riuscito infatti ad essere consistente, trovando inoltre la giusta stabilità - ha ammesso - fin dalla FP2 mi sentivo competitivo e alla fine anche in gara ho ritrovato le stesse sensazioni".

"È stata una gara bella e tosta". Lo spagnolo della Honda ha chiuso con il tempo di 1'32 " 791, precedendo di un soffio il compagno di marca Crutchlow, Rossi (Yamaha) e Dovizioso (Ducati), tutti racchiusi in 79 millesimi. Purtroppo, alla fine quarto, non sono contento del tutto.

Mondiali, Hierro parla da ex: "È stato un piacere allenare la Spagna"
Un Mondiale che nessuno avrebbe immaginato così sorprendente e ripetutamente scioccante. I trasgressori saranno perseguibili a norma di legge.


La gara di Assen ha regalato grandissime emozioni ma i frutti raccolti non sono quelli sperati. "Abbiamo lavorato molto nelle prove al Montmelò, mi sono concentrato sulla ricerca di una posizione più comoda sulla moto e questi piccoli cambiamenti hanno funzionato". Anche nella terza sessione delle libere ad Assen, in mattinata, Marquez era comunque risultato il più veloce, preannunciando un dominio che in gara potrà essere sovvertito solo con un salto di qualità nelle performance da parte dei piloti che gli sono maggiormente vicini. Poi ho cercato di aspettare un attimo lì dietro per giocarmi alla fine e bisognava gestire la gomma.

"E' stata una gara tostissima, ce l'avevano tutti barzotto..." L'ultimo dolcissimo ricordo è quello che risale proprio a dodici mesi fa: ultimo non solo perché ovviamente è l'ultima vittoria in Olanda (e non potrebbe essere altrimenti), ma perché è ancora oggi l'ultimo successo in assoluto sia del Dottore di Tavullia sia della Yamaha in generale. Entrambi sono finiti larghi, con Dovizioso che aveva appena concluso la curva e Rossi, sulla linea esterna, costretto a passare attraverso l'area di fuga. Così andò un anno fa: cosa succederà invece oggi? È stato un peccato per non riuscire a fare meglio.

Latest News