Quando arriva Cristiano Ronaldo alla Juventus

ROTTURA COL REAL - Cristiano Ronaldo è ormai parte del passato dei blancos, al di là delle immagini della nuova divisa con l'intera rosa del Madrid in bella mostra senza il portoghese. Proventi che potrebbero essere realizzati agendo sulla leva del mercato in uscita e realizzando anche in questa sessione di mercato importanti plusvalenze.

Dopo aver chiuso la giornata di martedì a 0,6875 euro (+3,2%), il titolo della Juventus nelle prime ore di contrattazioni è in crescita del 5,89% a 0,73 euro per azioni: da lunedì, il valore delle azioni è salito di circa il 10%, nell'ambito di una performance mensile in miglioramento del 16,72%. "Cristiano è ferito: o Florentino si arrende o CR7 se ne va" titola oggi il quotidiano spagnolo, spiegando nel sommario che il portoghese "ha deciso di andare via e non solo per soldi". È la convinzione di Luciano Moggi che, su Twitter, dà per certo l'arrivo a Torino dell'attaccante bianconero.

Il padre di Higuain si sfoga contro Sampaoli: "Non trovo spiegazione…"
Sampaoli aveva due calciatori che insieme hanno segnato 600 gol, e non ha giocato nessuno dei due. "Se uno non ti piace, metti l'altro".


L'opinione condivisa è che a giustificare l'acquisto di Ronaldo non possa essere soltanto una ragione "sportiva", legata alla vittoria della Champions League, che ovviamente è un obiettivo che potrebbe benissimo non essere raggiunto. È probabile che i dirigenti juventini abbiano fatto i loro conti e giudicato che l'arrivo di Ronaldo porterebbe i vantaggi economici necessari a giustificare un'operazione così imponente. Ronaldo è pur sempre il giocatore più famoso e popolare al mondo, uno che nell'ultimo anno ha venduto 955mila sue magliette e che attrarrebbe migliaia e migliaia di tifosi in più in uno stadio già spesso completamente pieno. Una cosa è certa: da tre giorni a questa parte non si parla d'altro. Con tanto di cartellino ufficiale dello sponsor tecnico che produce le casacche della Juventus. Crede che il club non lo stia trattando bene. Come per dire: le maglie già ci sono, Ronaldo dunque sta per arrivare sul serio.

E se fosse tutta una finta? La squadra sta infatti attraversando un momento di grandi cambiamenti - a partire dall'allenatore: Julen Lopetegui ha sostituito Zinedine Zidane - e l'atmosfera è quella da "fine ciclo".

Latest News