Salvini contro Boeri: "Migranti una risorsa? Ci sarà tanto da cambiare"

Salvini Boeri fenomeno c'è tanto da cambiare

Immagine di repertorio

"Però penso che il diritto alla pensione venga prima dei diritti di esternazione del presidente Boeri che si dovrebbe preoccupare di rendere efficiente il lavoro dell'Inps".

Recentemente, da parte degli osservatori internazionali, sono emerse delle preoccupazioni sulla tenuta degli equilibri del sistema pensionistico anche dopo la riforma Fornero, proprio in conseguenza dell'assetto ancor più negativo dei trend demografici (maggiore invecchiamento e più accentuata denatalità, nonostante l'apporto delle famiglie straniere) a fronte di un possibile calo della immigrazione. Quello successivo sono le pensioni di privilegio: "se si ha una pensione alta che deriva da un lavoro della vita allora è giusto", ma se "è sproporzionata rispetto ai contributi versati" deve essere commisurata a questi, ha sostenuto il ministro del Lavoro. "Immediata la replica del vicepremier, che su Twitter scrive: "'Servono più immigrati per pagare pensioni. cancellare L. Fornero costa troppo. servono più immigrati per fare lavori che gli italiani non vogliono più fare.' Presidente #Inps continua a fare politica, ignorando la voglia di lavorare di tantissimi italiani.

"Siamo così sicuri che tornando indietro accontenteremmo coloro che oggi a parole chiedono l'abrogazione della legge Fornero?", si è chiesto il presidente dell'Inps.

Il problema è che tutto questo per le casse dell'INPS potrebbe essere insostenibile, ed è anche per questo che Boeri ha chiesto di incentivare l'immigrazione volontaria così che i migranti possano fare tutti quei lavori ai quali invece gli italiani non sono interessati. Quando si pongono forti restrizioni all'immigrazione regolare, secondo il presidente dell'Inps, aumenta quella clandestina e viceversa. Si tratta di una "battaglia di civiltà" e "se serve chiederemo di fornire nuovi strumenti". A suo avviso gli italiani stanno infatti sottovalutano la quota di popolazione con una età superiore ai 65 anni e sovrastimando, contestualmente, il numero di immigrati: una situazione che riflette una "vera e propria disinformazione". "E allo stesso tempo dobbiamo mandare in pensione i papà e le mamme in modo tale che i figli possano entrare nel mondo del lavoro". "Dove vive, su Marte?", conclude il leghista. Non sono solo pregiudizi - sottolinea Boeri -.

Di Maio: "Boeri? Lavoreremo bene su vitalizi e pensioni d'oro"
Insomma un altro affondo a favore dell'immigrazionismo selvaggio, spacciato per risorsa utile a pagare le pensioni agli italiani . Il rimprovero è netto: "la deviazione fra percezione e realtà è molto più accentuata da noi che altrove".


"La mia risposta è nei dati e nei documenti che sono stati presentati oggi".

Questo, innescherebbe anche un circolo vizioso che porterebbe a ridurre l'occupazione.

Insomma, No a quota 100, perché "ripristinando le pensioni di anzianità con quota 100 (o 41 anni di contributi) si avrebbero subito circa 750.000 pensionati in più" in un paese in cui ci sono più di 5,5 milioni di pensionati che percepiscono un assegno lordo sotto i mille euro al mese. Ma queste considerazioni - seppur corredate di proposte più rigorose - non sono le stesse che va facendo Salvini?

Latest News