Fair-play finanziario, Uefa riapre caso Psg. La replica: ''Tutto nella norma''

UEFA logo

Fair-play finanziario, Uefa riapre caso Psg. La replica: ''Tutto nella norma''

La Uefa, che ha comunicato la riapertura del fascicolo del Psg sul proprio sito ufficiale, vuole vederci chiaro sui conti del club nel trienno 2014/2015, 2015/2016 e 2016/2017.

Il PSG trema per il Fair Play Finanziario. Il primo è quello della Uefa, che ha reso noto il fatto che riesaminerà la posizione dei francesi: "Alla luce della recente sentenza dell'ispettore capo dell'Organo di controllo finanziario dei club (CFCB) di chiudere l'indagine sul Paris Saint-Germain - cominciata il primo settembre 2017 - il presidente del CFCB ha deciso di rinviare la sentenza per un riesame da parte della Camera Arbitrale".

Austria, difendere i confini con l'Italia dall'arrivo di migranti
In particolar modo i confini con Italia e Slovenia sono ritenuti molto pericolosi e quindi degni di un forte controllo. A Vienna il governo austriaco sta lavorando per adottare subito misure per proteggere i propri confini .


A condurre il riesame sarà sarà la Camera Arbitrale dell'Organo di Controllo Finanziario dei Club.

Neanche un mese Al Khelaifi festeggiava l'uscita dalla stretta morsa del FPF che gli aveva imposto, nelle stagioni 2014-2015, 2015-2016 e 2016-2017, di non superare il limite dei 30 milioni di euro di deficit. Cifra che il PSG ha incassato, ma per l'Uefa non è detto basti. Il chairman dell'organismo che si occupa dei controlli sul Fair Play Finanziario, come comunicato sul sito dell'Uefa, rivedrà la sua decisione, probabilmente con l'intenzione di ampliare le sanzioni da attribuire al PSG. La difesa del Psg passa da una fonte interna citata da L'Equipe: "Il Club è stato informato della scelta della CFCB di riesaminare la decisione di chiusura dell'indagine". L'Adjudicatory Chamber potrebbe determinare anche il suo arrivo o meno in Ligue 1.

Latest News