Farine biologiche scadute, maxi-sequestro dei Nas nella Marca

Un negozio di cibo biologico

Un negozio di cibo biologico +CLICCA PER INGRANDIRE

I Carabinieri del NAS hanno effettuato controlli, perquisizioni e sequestri sventando sul nascere una vera e propria truffa ai danni di tutti i consumatori di prodotti biologici certificati. Anzi in un alcun casi nelle ditte di biologico c'erano topi che si aggiravano tra la merce, alcuni prodotti erano scaduti, altri etichettati in modo non regolare: tre aziende sono state chiuse per mancanza di autorizzazioni, per carenze igienico sanitarie da Aosta a Bologna passando per il milanese. Gli alimenti biologici sono quelli che provengono da coltivazioni e allevamenti che usano tecniche di produzione a basso impatto ambientale e che rispettano determinati protocolli che vietano l'utilizzo di concimi, insetticidi e qualsiasi sostanza di tipo chimico.

La legge prevede che l'alimento, per essere considerato biologico, deve essere stato prodotto da aziende che hanno ottenuto il certificato da parte degli organismi autorizzati dal Ministero dell'Agricoltura.

Il piano della Juventus: Higuain finanzia Cristiano Ronaldo
La villa a Torino per un "misterioso" campione in arrivo, l'incontro tra i vertici del Real e il potentissimo agente Jorge Mendes e le rivelazioni di Moggi.


Sono più di 100 le tonnellate di cibo bio, dunque, irregolare sequestrato con 1500 confezioni di alimenti non ritenuti idonei alla commercializzazione. In totale quarantanove violazioni amministrative contestate per un ammontare complessivo di 55mila euro di sanzioni.

Nel periodo marzo/maggio sono stati eseguiti 186 servizi ispettivi ad attori della filiera "biologica" accertando 31 situazioni di irregolarità presso altrettante aziende ed esercizi commerciali. Sono state contestate violazioni amministrative per 2.000 euro nonché segnalate criticità procedurali ed igienico sanitarie all'Autorità sanitaria locale. Il medesimo Nas, al termine di un'ispezione condotta presso un azienda conserviera operante anche su prodotti biologici, ha proceduto al sequestro di 1.050 kg di alimenti (verdure varie in salamoia) prive delle informazioni relative al contenuto e alla tracciabilità, e di 5.268 barattoli di vetro contenenti legumi (per un peso di oltre 18.700 kg), in quanto etichettati con indicazioni fuorvianti circa il paese d'origine e/o il luogo di provenienza. I controlli dedicati alla sicurezza della filiera dei prodotti da agricoltura biologica sono stati intensificati negli ultimi mesi dai militari del Comando Carabinieri per la Tutela della Salute. Nella circostanza sono stati posti in sequestro 126 confezioni di alimenti.

Latest News