Salvini scrive ai prefetti: stretta sulle domande d'asilo dei migranti

Migranti Merkel incontra Orban a Berlino

Migranti Merkel incontra Orban a Berlino"Abbiamo visioni differenti Oggi alle 10:34- ulti

Non solo. Il ministro ha anche annunciato di aver spostato 42 milioni dall'accoglienza ai rimpatri volontari.

Matteo Salvini mette mano ai permessi di soggiorno. "Il mio obiettivo è che ne sbarchino ancora di meno, il business dell'immigrazione clandestina è finito".

RIFUGIATO - La Convenzione di Ginevra sui rifugiati, che l'Italia ha firmato, all'articolo 1 definisce 'rifugiato' "chiunque nel giustificato timore d'essere perseguitato per ragioni di razza, religione, cittadinanza, appartenenza a un determinato gruppo sociale o per opinioni politiche, si trova fuori dello Stato di cui possiede la cittadinanza e non può o, per tale timore, non vuole domandare la protezione di detto Stato; oppure chiunque, essendo apolide e trovandosi fuori dei suo Stato di domicilio in seguito a tali avvenimenti, non può o, per il timore sopra indicato, non vuole ritornarvi". La circolare parte dai numeri: sono 136mila le domande di asilo in trattazione, in crescita rispetto alle 130mila dello scorso anno. "La rilevante consistenza dei dati impone un'attenta azione riorganizzativa oltre ad una analisi prospettica della complessiva attività di valutazione delle domande di asilo". "Ma rappresentano il 28 per cento dei casi, che poi arriva al 40 per cento con i ricorsi, decine di migliaia di persone". Che passa attraverso una riduzione dei tempi di esame delle istanze da parte delle 50 commissioni territoriali, che dovranno lavorare "a ritmo continuativo (5 giorni a settimana)".

Higuain, l’agente: "Gonzalo sta bene alla Juventus. Anche con Cristiano Ronaldo"
Qualora Sarri andasse al Chelsea mi auguro che possa fare il suo lavoro, di programmazione, di migliormento costante. Accordo tra il Chelsea e i bianconeri sulla base di 60 milioni di euro .


"Il permesso di soggiorno per motivi umanitari è stato concesso - scrive Salvini - in una varia gamma di situazioni collegate, a titolo esemplificativo, allo stato di salute, alla maternità, alla minore età, al tragico vissuto personale, alle traversie affrontate nel viaggio verso l'Italia, alla permanenza prolungata in Libia, per arrivare ad essere uno strumento premiale dell'integrazione". Una prassi che ha comportato la concessione del titolo di soggiorno "ad un gran numero di persone", che "ora permangono sul territorio nazionale con difficoltà di inserimento".

In particolare, la direttiva del Viminale invita infatti ad esaminare con il necessario rigore il sistema di concessione del permesso di soggiorno umanitario, rilasciato dalle questure per gravi motivi umanitari o in caso di riconoscimento di forme di protezione temporanea.

Latest News