Ecco quali sono i farmaci ritirati dall’Aifa perché probabilmente cancerogeni

Ecco quali sono i farmaci ritirati dall’Aifa perché probabilmente cancerogeni

Ecco quali sono i farmaci ritirati dall’Aifa perché probabilmente cancerogeni

Sono stati ritirati dal commercio farmaci della pressione perchè contenevano sostanze cancerogene. Gli esperti dell'Aifa infatti hanno evidenziato l'esistenza di un difetto di qualità e hanno deciso, a scopo precauzionale, di chiedere a farmacie e catene distributive di bloccarne la vendita.

L'Agenzia Italiana del Farmaco ha disposto il ritiro di diversi lotti di farmaci a base del principio attivo valsartan. A farlo sapere è l'Aifa Agenzia Italiana del Farmaco che riscontra il principio attivo nocivo del valsatarn e allerta tutti consumatori sulla pericolosità di questa sostanza. La sostanza trovata è la N-nitrosodimetilamina (NDMA), classificata come probabilmente cancerogena. Innanzitutto bisogna controllare se il farmaco che si sta usando è presente nella lista presentata dall'Aifa con i farmaci contaminati; se questo non fosse presente, si potrà continuare regolarmente il trattamento.

Attualmente l'Aifa sta lavorando a stretto contatto con l'Ema, l'Agenzia Europea per i Medicinali, per cercare di scoprire qual è il grado di contaminazione dei farmaci. La decisione sarebbe stata presa a causa di alcune impurità avvenute durante la sua produzione nello stabilimento della Zhejiang Huahai Pharmaceuticals, nel sito di Chuannan in Cina.

Calcio in tv, la guida di martedì 3 luglio: dalla Svezia all’Inghilterra
Sabato sera però i croati avranno intenzioni diverse e proveranno in tutti i modi a rovinare la festa russa. I quarti dell'altra parte del tabellone, Svezia-Inghilterra e Russia-Croazia , si giocheranno invece sabato.


Si consiglia dunque ai pazienti di non interrompere le terapie ma di contattare il proprio medico concordando con lui un trattamento alternativo con un altro medicinale a base di valsartan non interessato dal ritiro o con altro medicinale appropriato. L'Aifa conclude dicendo: "Se stai prendendo parte a una sperimentazione clinica con valsartan e hai dei dubbi, rivolgiti al clinico responsabile dello studio".

"Per i pazienti trattati con i medicinali riportati nell'elenco di cui sopra la terapia può essere sostituita con un altro valsartan o con altro antagonista del recettore dell'angiotensina II" spiega l'Aifa.

I pazienti trattati con prodotti combinati con valsartan e idroclorotiazide elencati nell'elenco sopra riportato possono passare al trattamento con altri prodotti combinati valsartan idroclorotiazide o con i monocomponenti, ad es. una compressa di valsartan (non nell'elenco) e una compressa di idroclorotiazide o un prodotto combinato di idroclorotiazide + altro antagonista del recettore dell'angiotensina II.

Latest News