4 minestroni Findus richiamati per possibile contaminazione da Listeria

Nuovi casi di listeriosi però potrebbero ancora verificarsi, avvertono Ecdc ed Efsa, per via del lungo periodo di incubazione della malattia (fino a 70 giorni), per la lunga durata di conservazione dei surgelati e per il fatto che alcuni esemplari possano essere stati acquistati prima del ritiro dal mercato e consumati senza essere stati prima ben cotti. Sono molti infatti quelli che si sono preoccupati, palesandolo sui social network, in seguito all'acquisto di alcuni dei prodotti messi al centro di questo stato di allarme.

Sono 14 i lotti di minestrone Findus che sono stati ritirati per il rischio di contaminazione da Listeria. Lo ha reso noto la stessa Findus con un avviso pubblicato sul proprio sito web. "Findus tiene a precisare - prosegue l'avviso - che la categoria dei prodotti oggetto del richiamo prevede il consumo solo previa cottura, come chiaramente indicato sulle confezioni. La cottura del prodotto annulla ogni potenziale rischio per la salute".

Dalla Francia: Psg, visite mediche ok per Buffon. Si attende l'annuncio
Il portiere 40enne avrebbe trovato l'accordo con il Psg per un anno con opzione per un secondo. Dovrebbe guadagnare 4 milioni a stagione.


La listeria è un pericoloso batterio di cui è in corso in Europa un'epidemia che ha causato finora 47 contagi e 9 decessi. Per Coldiretti, invece, il ritiro dei lotti contaminati da listeria in Italia e in Europa "è purtroppo solo l'ultimo di una serie di allarmi alimentari". Tutte le confezioni di frutta e verdura surgelata prodotte nell'impianto di trasformazione tra il 2016 e il 2018 sono state quindi ritirate dai supermercati e richiamate. Come riportato da La Stampa, tra i prodotti Findus indiziati di essere stati interessati dalla contaminazione vi sono "quattro prodotti differenti: quello tradizionale da 400 grammi e da un chilo, i minestroni leggermente ai sapori orientali e bontà di semi da 600 grammi". Chi si trovasse in possesso dei prodotti in questione, è invitato a contattare, per qualunque informazione, il numero verde 800906030 o l'indirizzo mail urgente@findus.it. È l'azienda belga Greenyard, la stessa che aveva segnalato a Findus la contaminazione di una partita di fagiolini, ad aver disposto il richiamo al consumatore dei seguenti prodotti: Art. 79520 "Freshona" Mais surgelato, 450g Codice a barre 20417963 Art. 12105 "Freshona" Mix di verdure surgelate, 1000g - Assortimento Gemusemix - Mix di verdure Codice a barre 20039035. Per motivi precauzionali, Lidl Italia si è immediatamente attivata ritirando dalla vendita i prodotti interessati. 47 le persone che si sono ammalate, di cui nove decedute.

Epidemia in Europa Dalla Germania al Regno Unito passando per l'Austria, in Europa si allargano i ritiri di prodotti alimentari surgelati, a seguito del possibile rischio di contaminazione da Listeria. A breve verranno eseguiti ulteriori controlli per cercare di capire dove avvenga la contaminazione del cibo.

Latest News